Test su cavie umane: Volkswagen sospende un manager

Share

La clamorosa rivelazione è stata pubblicata di giornali tedeschi Sueddeutsche Zeitung e Stuttgarter Zeitung, secondo i quali la Europäische Forschungsvereinigung für Umwelt und Gesundheit im Transportsektor (Eugt - Società di Ricerca europea per l'Ambiente e la Salute nei Trasporti) fondata dai 3 colossi dell'auto, ha promosso "Un breve studio di inalazione con ossido d'azoto su persone sane". L'azienda ha inoltre fatto sapere che indagherà fino in fondo sulla notizia secondo cui gli esperimenti condotti utilizzando scimmie ed esseri umani, siano stati commissionati dall'European Research Group on Environment and Health in the Transport Sector (Eugt), un'iniziativa, ora non più esistente, finanziata da Volkswagen, Daimler, Bmw e Bosch. Una ricerca su 25 persone effettuata con la collaborazione dell'università di Aquisgrana, che ieri ha difeso la ricerca, affermando che fosse concepita per la tutela dei lavoratori. La società, probabilmente anche alla luce del cosiddetto dieselgate - lo scandalo riguardante la falsificazione dei certificati di non inquinamento assegnati ai veicoli testati -, è stata poi sciolta nel 2017. Vw aveva chiesto scusa dicendo che gli esperimenti sulle scimmie erano stati "un errore di valutazione di alcuni".

La casa automobilistica Daimler ha subito preso le distanze da questo nuovo caso. Lo ha riferito il colosso di Wolfsburg. "E condanniamo aspramente questi test". Steg, in un'intervista a Bild rilasciata prima della sua sospensione, si è limitato a dire "vogliamo escludere del tutto i test sugli animali per il futuro", senza fare riferimento all'uso di persone per lo stesso fine.

Non è bastato. Se il presidente della Bassa Sassonia, Stephan Weil, parla di pratiche "assurde e ributtanti", molto più crude le associazioni animaliste tedesche.

Elezioni, Prodi: "Pd per unità del centrosinistra, LeU no"
Infine alla domanda sull'ipotesi larghe intese modello Germania, Prodi taglia corto: "Non rispondo più". Sapete benissimo che ho sempre lavorato per la unità del centrosinistra".

Cade la prima testa per lo scandalo delle cavie umane utilizzate dalla Volkswagen per testare le emissioni dei gas di scarico: l'industria automobilistica tedesca ha sospeso il capo dell'ufficio relazioni esterne Thomas Steg.

La direzione ha motivato la sospensione di Thomas Steg con il ruolo da lui ricoperto, per sua ammissione, nell'organizzazione dei test sui primati. Farò tutto il possibile perché vi sia un'indagine completa sulle procedure.

Di certo c'è che questa è l'ennesima prova di un sistema truffaldino che ha mostrato di non avere alcuno scrupolo, né per gli animali, né per l'uomo.

Share