VERSO LE ELEZIONI. Scontro a distanza tra Renzi e Di Maio

Share

Matteo Renzi punta l'avversario. Nei vari format bisogna che siano 'bilanciati' anche i commentatori e gli opinionisti chiamati a stimolare e interrogare i candidati e i leader di partito.

Inchiesta Girgenti Acque: 72 indagati, c'è anche il padre di Alfano
I reati ipotizzati sono associazione a delinquere , truffa , riciclaggio , corruzione e inquinamento ambientale . Sotto la lente 73 "potenti": ci sono pure il prefetto e politici.

Verrà tenuto conto del risultato delle primarie ("non il trattamento che fu riservato a me") e dunque verrà riconosciuto lo spazio che merita alle minoranze congressuali. A stilare una classifica dei leader politici più citati all'interno del vasto mondo del web è l'agenzia "Politicare", che si occupa esclusivamente di consulenza strategica e comunicazione politica, formata da Noto Sondaggi, Spin Factor, Seven Media e Be Real. "Meteorina? Semmai siamo una meteora che estinguerà i dinosauri che sono loro". Il segretario ha dato un'impronta organizzativa alla seconda parte della riunione invitando i militanti a realizzare iniziative nel collegio e nel territorio fiorentino in grado di spiegare e valorizzare i provvedimenti del suo governo e di quello di Paolo Gentiloni, dalla sicurezza alla scuola, alle periferie. Le elezioni non sono un concorso di bellezza, ma la scelta tra modelli diversi di Paese. Stavolta, ammette Renzi riunendo la direzione Dem, la sfida è particolarmente "difficile". "Noi comunque andiamo nelle case, come ai tempi delle primarie, io sarò qui due giorni a settimana, voglio dare una mano non fare le americanate, una campagna familiare e seria sui temi" dice Renzi. Nel mare dell'odio e delle fake news la nostra forza sono le persone che ci danno una mano. La deroga era necessaria per tutti i membri dell'attuale esecutivo tranne Graziano Delrio, in quanto tutti hanno già alle spalle 15 anni di mandato parlamentare, il massimo previsto dallo statuto dem. "Caro elettore del Pd, il 4 marzo - ha scritto Ferrara presentando le immagini - si decide se iniziare a fare gli interessi degli italiani o continuare a fare quelli di chi governa e dei loro amici". Un trend per ora in discesa: ogni settimana aumenta l'insoddisfazione nei confronti di Matteo Renzi e del PD. E' quello che il segretario del Pd Matteo Renzi lancia nella sua e-news. Il M5s "è quasi una setta, che - ha aggiunto Berlusconi - prende ordini da un vecchio comico e dal figlio sconosciuto dell'altro socio del comico, adesso defunto". Il segretario ha assicurato anche che l'accordo con i radicali è più vicino: "Il lavoro generoso di Fassino sta portando alla definizione di una coalizione aperta ad altri tre soggetti politici: la lista Civica e popolare di Lorenzin, la lista Insieme, che include i Verdi e chi aveva iniziato con Pisapia, e la lista +Europa con Emma Bonino". Una grana, intanto, spunta ad Arezzo: il sindaco Alessandro Ghinelli annuncia che chiederà "danni d'immagine" a Maria Elena Boschi.

Share