Lotito fa marcia indietro in FIGC per il bene della Lazio

Share

E' lo stesso Lotito, intervenuto sulle colonne del Corriere dello Sport, a spiegare come stanno le cose riguardo l'elezione in Figc e inoltre il numero uno capitolino ha parlato della sua squadra. In testa c'è certamente Sergej Milinkovic-Savic: "Quanto può valere?" E ha coraggio: quando suo padre lo ha "convinto" ad andare a Firenze per parlare con la Fiorentina, lui, che aveva già l'accordo con noi, è arrivato lì e ha spiegato: "Voglio solo la Lazio!". "Inzaghi? Un predestinato. Quando torno' da Milano Marittima credeva di dover firmare con la Salernitana, invece...". La nostra storia comune è piuttosto bizzarra: venne per prolungare un contratto milionario e accettò l'ingaggio decurtato, facendo arrabbiare il procuratore, ma la mia promessa che ne avrei fatto un allenatore. "Costruito con determinazione, combattendo quelli che mi dicevano "ma qui si è sempre fatto così". Siamo stati capaci di superare momenti complicati, traversie.

Di Battista: "Volevo vaccinare mio figlio ma..."
"Sento parlare di vaccini, sento laLorenzin e Zingaretti ergersi a paladini morali e oggi, da padreche voleva vaccinare suo figlio, ho assistito a una scena daterzo mondo".

Lotito punta che punta in alto: "Una Lazio da Champions, ora? Se saremo uniti fino in fondo come adesso.". Le firme le avevo e avrei potuto procedere, con 12 voti diretti e personali della B. Ho passato la mattinata a chiamare i presidenti che mi avevano testimoniato in modo concreto la loro fiducia.

Share