Bergamo, gravissima bimba di 14 mesi azzannata dal cane di casa

Share

Il dramma si è consumato domenica sera a Bergamo.

Agenpress - Restano molto gravi le condizioni una bimba di 14 mesi azzannata alla testa dal cane di famiglia, un incrocio tra un boxer e un pastore tedesco, nella propria casa.

Questo il racconto del padre a 'L'Eco di Bergamo'.

"È stata questione di istanti: la mia bimba camminava avanti e indietro sul divano e, venendo verso di me, è caduta in avanti, finendo sulla seduta accanto a me: a quel punto il nostro cane Leone, che era per terra lì davanti, è scattato e l'ha azzannata alla testa, trascinandola sul pavimento". Il cane ha afferrato la testa della piccola e non si è più staccato: il padre della bambina assieme a due amici presenti a cena sono subito intervenuti per provare a strappare la testa della piccola dalle fauci dell'animale.

Maldini premia Ghoulam col Pallone d'oro d'Africa
" Ghoulam gioca in una squadra che gioca in modo meraviglioso, i suoi progressi mi hanno sorpreso in positivo". Paolo è un esempio di professionalità perché ha giocato per tanti anni a livelli eccezionali, lo ringrazio.

In seguito, la piccola, affidata alle cure del personale del 118, è stata portata urgentemente all'ospedale Papa Giovanni XIII e sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Solo quando il padre ha messo la mano in bocca, aprendola con forza, ha mollato la presa.

Leone è sempre stato un animale [VIDEO] docile e tranquillo, come ha cercato di spiegare il signor Maldonato.

Il cane non aveva mai dato segni di squilibrio, "anzi, dormiva sotto la culla e spesso nel lettone vicino alla nostra piccola".

L'aggressione è stata assolutamente improvvisa ed inaspettata. Alla sua dichiarazione seguono però parole molto forti:"Non lo voglio più vedere, chiederò che venga abbattuto". Intanto i carabinieri della stazione di Bergamo Bassa hanno interrogato i genitori della piccola per ricostruire la dinamica dei fatti e, per atto dovuto, hanno denunciato l'uomo per lesioni colpose. "A tal fine il Codacons interpella l'attuale presidente del Consiglio dei Ministri, onorevole Gentiloni, insistendo affinché si istituisca il patentino obbligatorio per le razze pericolose per l'uomo".

Share