Di Battista: "Volevo vaccinare mio figlio ma..."

Share

"Sento parlare di vaccini, sento laLorenzin e Zingaretti ergersi a paladini morali e oggi, da padreche voleva vaccinare suo figlio, ho assistito a una scena daterzo mondo".

E' quanto afferma Alessandro Di Battista, palran Sul tema delle fake news e sulle voci di un rapporto tra M5S e la Russia di Putin replica che "queste notizie sono cazzate hanno addirittura scritto che il mio tour in motorino per la campagna elettorale per il referendum fosse pagato dai russi, ma ce lo vedete Putin che mi da i quattrini per la miscela?". In realtà ti devi prenotare, ma se ti prenoti il primo appuntamento - prenotandosi oggi - è a luglio!. "Le persone che non si sono prenotate vengono qui alle 5.30 di mattina perché ogni giorno fanno 20 vaccinazioni", spiega nel video registrato dalla sua compagna. E' una situazione da terzo mondo, sconvolgente e la Lorenzin si permette di attaccare i 5 Stelle, questi hanno sventrato la sanità, hanno reso molto difficili levaccinazioni pediatriche", attacca Di Battista, parlando di "persone accampate. "Tuttavia non voglio neanche dare risposta a certi soggetti che con le loro politiche, con i loro partiti hanno soltanto favorito l'aumento della xenofobia in Italia, ma anche l'aumento delle ingiustizie a livello mondiale".

Stangata per Lucioni Un anno di squalifica
Lucioni fu trovato positivo al Clostebol dopo alcuni controlli effettuati al termine della gara casalinga contro il Torino. Questa la decisione del Tribunale nazionale antidoping , che ha confermato la richiesta della Procura.

"Per garantire e semplificare il rispetto del calendario vaccinale alle famiglie - prosegue poi la nota - in tutti i centri della ASL Roma 1 c'è la possibilità di accedere liberamente senza prenotazione per le vaccinazioni obbligatorie dei primi nati e per i richiami dei 5/6 anni".

Share