Viola i domiciliari, finisce in carcere

Share

A quel punto, rimasto a piedi, non ha avuto altra scelta che telefonare ai carabinieri per costituirsi. È stato quindi arrestato e portato in carcere a Ravenna.

In particolare gli agenti, grazie anche a diverse segnalazioni di cittadini residenti nella zona, si appostavano nei pressi dell'abitazione del Rotunno sottoponendo a controllo un uomo che, uscito dalla predetta abitazione, veniva trovato in possesso di due dosi di sostanza stupefacente. Nel corso dei sistematici controlli effettuati dai militari, l'uomo non era infatti risultato presente nell'abitazione in cui avrebbe dovuto scontare la condanna subita.

Renzi: "La sfida è tra noi e il M5s"
Non possiamo stare sempre sulla difensiva facendo raccontare che sprechiamo i soldi pubblici, perché non è così. Ecco perché non è importante qual è il nome che va a palazzo Chigi ma che sia del Pd.

I poliziotti hanno rintracciato il 29enne intorno alle 23 in via Taddeo da Sessa e lo hanno arrestato. Come se non bastasse, i militari di Faenza hanno appurato che l'autovettura Ford Mondeo della madre, da lui utilizzata per la sua fuga non poteva nemmeno circolare, poichè circolava sprovvista sia di assicurazione obbligatoria che di revisione. Dai successivi accertamenti è emerso che il 51enne aveva la patente scaduta da parecchi anni, inoltre a dicembre dello scorso anno, a Nocera Inferiore, era stato nuovamente arrestato per evasione ed il giudice lo aveva rimesso ai domiciliari. La procura di cassino ha così disposto la conversione della pena domiciliare a quella più afflittiva della detenzione in carcere.

Share