Paesi caraibici condannano l'insulto di Trump ad Haiti

Share

Al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite intanto gli ambasciatori dei Paesi africani si sono riuniti d'urgenza, mentre il segretario generale Antonio Guterres ha invitato a rispettare sempre e ovunque i diritti e la dignita' degli immigrati.

Fulmini, saette, tuoni. Come ampiamente previsto. Così Donald Trump dopo le sue frasi di stanotte sui paesi di origine degli immigranti, che secondo indiscrezioni di stampa sarebbero state offensive (con l'utilizzo 'cessi'). ", in relazione ad alcuni Paesi africani e ad Haiti, ha provocato durissime reazioni da tutto il mondo".

Donald Trump 'choc´. Il presidente americano, in un incontro nello Studio Ovale con alcuni membri del Congresso, usa parole dure contro gli immigrati.

Ultime notizie pensioni anticipate oggi 12/1: già crisi tra Berlusconi e Salvini?
Per Socialisti Gaudenti , che queste cose le fa davvero per satira è "la cosa più triste che abbiamo mai visto". Secondo Berlusconi , ospite di R adio Anch'io su Radio Raiuno, la legge ha "dopato" il mercato del lavoro .

Secondo Trump, gli Stati Uniti dovrebbero invece puntare su gente in arrivo dalla Norvegia, il cui primo ministro era stato il giorno precedente alla Casa Bianca. Pare proprio di no. Ha semplicemente interpretato il pensiero dei migranti che infatti, da quei paesi, non vedono l'ora di fuggire per sbarcare negli USA o in Europa. Durissima, ma a metà. E poi ha osservato: "Forse, solo forse, il fatto che Sadiq Khan, Jeremy Corbyn e il Partito Laburista pianificavano proteste di massa". "Non c'è un'altra parola che può essere usata se non 'razzista'". A New York, però, è stata mostrata più prudenza che sdegno.

Stando a quanto affermato da Trump, l'accordo nucleare iraniano ha un "difetto catastrofico", e ha chiesto al Congresso Usa e ai paesi europei di accettare di modificarne i termini e di aumentare le restrizioni sul programma missilistico iraniano. "Come altri paesi che hanno un sistema dell'immigrazione basato sul merito, il presidente si batte per una soluzione permanente che rafforzi il paese dando il benvenuto a coloro che possono contribuire alla nostra società e far crescere la nostra economia", il commento del vice portavoce della Casa Bianca, Raj Shah.

Share