No a Gori, LeU va da sola

Share

Nel merito la scelta è stata quella di candidare a presidente della Lombardia Onorio Rosati che si contrapporrà, quindi, anche al candidato del Pd Gori e di affidare a Piero Grasso il compito di cercare di trovare un buon accordo programmatico per sostenere alla regione Lazio la candidatura di Nicola Zingaretti voluta anche dal Pd.

La squadra, ha aggiunto Laforgia, "ha bisogno di un volto e penso che per il suo impegno nella politica e nel sindacato e anche perché è una brava persona questa proposta può essere fatta da Onorio Rosati, che vorremo fosse il volto di questa operazione" in Lombardia.

Sci, Italia sugli scudi! Federica Brigone trionfa nel superG di Bad Kleinkirchheim
Prova sbalorditiva dell'azzurra che ha battuto le grandi specialiste ed è salita sul gradino più alto del podio con pieno merito. Sono contenta anche per la prestazione di Nadia, visto quello che la sua famiglia sta passando.

E allora cominciamo dalla Lombardia. Insomma, una minestra cotta da un solo cuoco e proposta a Liberi e Uguali con appelli in zona Cesarini dai cosiddetti "padri nobili" del centrosinistra opportunamente attivati da giornali di area. Una standing ovation ha accolto la candidatura di Onorio Rosati chiudendo i giochi col Pd.

Romano Prodi e Walter Veltroni si schierano per il dialogo della sinistra con Nicola Zingaretti. "Da qui a poco si troverà una soluzione". Ma, certo, la scelta nel Lazio rende ancora più incomprensibile quella lombarda. Insomma, si è scelto il metodo democratico. "È compito delle forze politiche individuare il candidato". Quando si parlò della possibilità di un'alleanza tra PD e LeU in vista delle elezioni politiche, infatti, alla fine l'ex segretario del PD chiuse la porta spiegando che non avrebbe avuto alcun senso allearsi con il partito da cui se ne erano andati perché gli elettori avrebbero a quel punto pensato che la divisione era una recita e avrebbero votato altri. "Stiamo lavorando, faremo di tutto - assicura Pier Luigi Bersani -". E i dirigenti di Liberi e Uguali hanno partecipato tutti a questa discussione dicendo la loro forti della propria autorevolezza e non di un ruolo di comando. È una scorciatoia che ci lascia con il cerino in mano.

Share