Festival di Sanremo, è ufficiale: Hunziker e Favino in squadra con Baglioni

Share

"Il Festival fa parte della linea editoriale di Rai 1 che vuole valorizzare le eccellenze del nostro Paese, come le canzoni italiane", ha detto il direttore di rete Teodoli, citando le produzioni di Rai Fiction e Rai Cinema e i recenti successi dei programmi con Alberto Angela e Roberto Bolle e annunciando il recente rinnovo, per altri tre anni, della convenzione per la manifestazione con il comune di Sanremo. (...) A Sanremo ho perso quattro chili in una settimana perché non mangiavo. "Ovviamente ringrazio la Rai e ringrazio anche Mediaset che mi ha dato il permesso per essere qui".

Sanremo 2018 valletta, Michelle Hunziker conferma la sua presenza?

La Stampa: soldi riciclati per la vendita del Milan. La Procura indaga
Tra le varie ipotesi, l'inchiesta comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio . Ora però sono al vaglio nuovi documenti che attesterebbero il contrario.

E' ufficiale. Claudio Baglioni, direttore artistico del festival di Sanremo e conduttore, sarà affiancato sul palco del teatro Ariston da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Subito dopo è iniziata la conferenza stampa. "E poi un congruo numero di artisti tra comici, personaggi dello spettacolo, altri colleghi", ha aggiunto Baglioni. "Porteremo l'immaginazione al Festival".

La nuova edizione del Festival della Canzone Italiana: quanto si spende e quanto si ricava? Coloreremo il Festival con i colori primari, per il prossimo futuro. Io ho capito che se dovessi rifare Sanremo lo prenderei come una gara musicale dove la conduzione è un corollario. Un intruglio magico tra parole e musica, è un'arte povera ma dura nel tempo. E sarebbe un'idea non da poco per avvicinare i giovanissimi al mondo del Festival. Posso dire che sono davvero gasatissima. "Pensando a Sanremo mi sono venuti in mente i fiori, il 'flower power', un momento come il '68 - dice Baglioni - e mi piace pensare che quello slogan di allora 'l'immaginazione al potere' possa essere riconvertito in 'l'immaginazione al festival' perché ritengo che ne abbiamo bisogno e siamo portatori di immaginazione". Molto contento anche Pierfrancesco Favino: "Per me è un'esperienza completamente nuova". Sì agli ospiti stranieri, ma "con una regola d'ingaggio chiara - ha spiegato il cantautore -". Teodoli lo aveva definito 'Banderas italiano': "Non parlo con le galline, ho la patente C, faccio una cosa a latere", scherza l'attore.

Share