Santoro torna in Rai, sul canone: "Populista dire di abolirlo"

Share

Roma, 8 gen. (AdnKronos) - Un programma contro il "kamasutra" dei politici nei talk. Santoro riapproda sul terzo canale Rai con il programma 'M', in onda in diretta in prima serata da giovedì 11 gennaio a giovedì 1 febbraio.

Quattro puntate basteranno, a maggio Santoro tornerà su Rai 3 con un racconto dedicato al caso Moro.

Si parte con la prima puntata dedicata alle banche. Cioè il politico di turno arriva e pretende di andare in onda in piedi, oppure sdraiato tra altri due, oppure alle quattro del pomeriggio perché alle nove non viene bene. E la concorrenza dei talk e' tutta giocata sulla caccia all'ospite. Poi chi farà il premier lo deciderà il presidente della Repubblica, si discuterà in Parlamento, ma il Pd ha una squadra di governo molto forte, nessuno può avere una squadra minimamente comparabile. Tra questi ci sarà il vignettista Vauro, una miniserie dei The Pills, il comico Andrea Rivera e Sara Rosati, la collaboratrice di Santoro, a cui è stata affidato il dibattito con i giovani.

Catania, sequestrati beni per 41 milioni a un imprenditore vicino alla mafia
De Gasperi 58; Motta Sant'Anastasia (CT) via Verona 4; Catania via Zia Lisa 143, viale Mario Rapisardi 336, via Cesare Beccaria 37, via Curia 19, via Gorizia 34, viale M.

Nei successivi appuntamenti invece, verranno affrontati il tema dell'immigrazione, di Roma Capitale e dell'evasione fiscale. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. "Vedremo come andra' a finire", dice Santoro.

Dopo 22 anni Michele Santoro torna su Rai3, che "è sempre stata la mia casa, anche se bisogna intendersi su cosa s'intenda per casa". Ma è accaduto che alla fine anche altre trasmissioni partite in un certo modo sono poi andate nella direzione di 'Porta a porta', "cioè la politica è riuscita a stabilire una sorta di primato, ovvero senza ospiti politici la trasmissione non esiste". Era stato Roberto Saviano ad annunciare sul suo profilo ufficiale Instagram di aver accettato volentieri di preparare un monologo per la tv, senza specificare di cosa si trattasse proprio mentre lo scrittore aveva confermato di essere al lavoro sulla quarta sceneggiatura della serie Gomorra. "Ma avevamo budget sufficiente per sole quattro puntate". Anche Santoro interviene sull'argomento: "Anche se non mi e' stato proposto, io non sarei piu' disponibile a fare 30 puntate l'anno. semmai potrei fare da consulente per un programma lungo che facesse crescere un nuovo conduttore". "Sono rimasto quella persona che è nata in questa rete". Che si parli di me, di Lerner o di Ferrara, il pubblico sa che trova una visione del mondo. "Ma in campagna elettorale il pubblico ha diritto di essere informato".

Share