Genova, crolla il controsoffitto di un centro d'accoglienza: 7 migranti feriti

Share

L'ultimo a lasciare l'ospedale sarà il gambiano arrivato in pronto soccorso con codice rosso, il cui stato di salute, dopo gli accertamenti, è apparso meno grave rispetto al momento del ricovero: uscirà nel primo pomeriggio, gli altri lo stanno già facendo. I migranti del centro svolgevano attività diverse: chi si riposava sul letto e chi mangiava. I medici lo hanno dichiarato fuori pericolo.

Il crollo di un controsoffitto di un Centro di accoglienza a Genova poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia ma, per fortuna, il bilancio finale è stato di solo sette migranti feriti. "Stavamo vedendo la tv in salotto tutti insieme - spiega Omar Mass, di 23 anni del Ghana, quando all'improvviso é crollato tutto il soffitto e ci siamo ritrovati coperti di calcinacci. Eravamo sommersi dalle macerie". A lanciare l'allarme sono stati altri inquilini, che avevano sentito il tonfo e le grida dei feriti.

All'interno del centro c'erano anche due irregolari, rivela il consigliere di Fratelli d'Italia delegato alla Protezione Civile del Comune di Genova, Sergio Gambino.

Gentiloni attacca la Raggi: "Scarsa efficienza e segnali poco incoraggianti"
Calenda e Delrio , ha ironizzato, "hanno scoperto tardi la difficoltà di parlarci...". Quali che siano gli intenti polemici, il governo non ci si è mai prestato.

'Sono cose che non devono succedere a gente che è nostra ospite, dobbiamo capire il perché e fare in modo che non succeda più', ha affermato il primo cittadino di Genova. Ad assistere i migranti anche la presidente dellacooperativa che gestisce l'alloggio.

I Vigili del fuoco della sede centrale sono intervenuti in Via Sampierdarena 40 per il crollo di un controsoffitto. Il centro è stato posto sotto sequestro dalla procura per agevolare le indagini sulle cause del crollo. I nove stranieri sono stati tutti alloggiati provvisoriamente in due alberghi della città convenzionati con il Comune: uno a Sampierdarena, uno in centro città.

Share