Elisabetta Canalis a Le spose di Costantino in Giamaica: "Ho pianto…"

Share

Il gossip entra molte volte anche nel calcio. "Mi tradiva in continuazione, ma non era molto bravo a nasconderlo". Entrambe, infatti, hanno deciso di diventare soce in affari e di aprire una palestra, in realtà si tratterebbe di un centro multifunzionale fisioterapico, all'interno di una clinica privata, e in un secondo momento vorrebbero farlo diventare anche un centro per la cura del corpo. "Invece la gente avverte la mancanza, o addirittura la nostalgia, di personaggi che vede meno", ha detto la Canalis.

Una partecipazione difficile e densa di emozioni quella di Elisabetta Canalis alla nuova trasmissione "Le spose di Costantino", che l'ha vista protagonista di un lungo "viaggio di nozze" in Giamaica accanto a Costantino Della Gherardesca. Gestiranno il loro cook shop, e poi, mentre Elisabetta, come la vera Jasmine Hunter, andrà a fare le pulizie in una villa nel quartiere più ricco di Kingston, Costantino, come il vero Wayne Hunter, senza un lavoro fisso in seguito al trauma di una sparatoria al volante del suo taxi, racimolerà denaro improvvisandosi clown. "Forse perché prima ero troppo immatura e ragazzina". "Ma ormai se le infila in bocca poi le toglie da sola perché ha capito che non mi spavento". In particolare, in un libro scritto due anni fa, Vieri raccontava di episodi di violenza subiti proprio da parte di Elisabetta, che stando a quanto ha dichiarato l'ex calciatore, lo avrebbe picchiato più volte.

Credits Instagram
Credits Instagram

Sulle molestie e le denunce di tante donne che ancora non si fermano, Elisabetta Canalis dice: "La colpa sta nel mezzo".

Un ultimo portachiavi porterà nuovamente Costantino ed Elisabetta all'altare per riconfermare le loro promesse matrimoniali... dopo aver vissuto nei panni di altre coppie felicemente sposate da anni diranno nuovamente "sì"? Le due sono state confermate per ben tre stagioni lavorando a Striscia dal 1999 al 2002. Questa la sua risposta: "Sono una mamma che, invece di correggere gli errori di mia figlia, rimane soddisfatta dei suoi atteggiamenti da camionista".

Paura per Antonio Conte, l'auto distrutta da una lastra di vetro
Il tecnico del Chelsea in quel momento stava dirigendo l'allenamento quando è avvenuto il bruttissimo incidente. "Steve era molto scosso come potete immaginare".

Share