Bersani a Gori: "Confrontiamoci sul programma e poi vediamo"

Share

Un giudizio insufficiente per il leader di Sinistra Italiana a sostenere il candidato Pd in Lombardia: "Io domani parteciperò all'assemblea di Leu in Lombardia per indicare il candidato di Liberi e Uguali alla regione", dice Fratoianni chiudendo la porta a ogni possibilità di intesa con il dem Gori. Lo ha detto la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, leader di Civica Popolare, a Rtl 102.5 interpellata sulla posizione di Liberi e Uguali che per allearsi col Pd alle regionali nel Lazio chiede che la sua lista non ci sia. In particolare, se l'intesa su Nicola Zingaretti verte sul nome e sembra essere ben abbozzata, i due uomini di punta di LeU tentato un confronto aperto sul programma del sindaco di Bergamo prima di annunciare una vera disponibilità: "Con Zingaretti - spiega Bersani - la strada di un accordo è meno complicata di quella con Gori". Perché "non ha senso fare ammucchiate contro la destra, operazioni di ceto politico". Serve una proposta chiara di sinistra di governo, alternativa alla destra. "Vediamo che succede nelle prossime ore". E aggiunge: "Leggo appelli alla responsabilità di diverse personalità oggi ma non bastano, qui il punto è il giudizio di merito, il giudizio politico". Ma resta ancora forte l'opposizione di Sinistra italiana e Possibile, che vorrebbero correre da soli in entrambe.

Fratoianni sarà domani a Cinisello Balsamo dove seguirà i lavori dell'assemblea regionale della Lombardia di Liberi e Uguali.

Roma, Pallotta: "Non puoi essere un brand mondiale senza stadio"
Un anno e mezzo fa siamo andati dalla polizia, mi sono seduto ad un tavolo ed ho chiesto: 'Perché non arrestate queste persone?'. Cercheremo di fare uno stadio che non viva solo il sabato e la domenica.

Discorso diverso per quanto riguarda Nicola Ziangaretti nel Lazio. E commentando le parole del presidente del Senato, che questa mattina ad Agorà aveva fatto intendere che se fosse dipeso solo da lui avrebbe già preso una decisione, dice ai microfoni di Radio1: "Io lo interpreto in questo modo: se fosse per lui sarebbe un Sì". "Lì c'è una discussione aperta".

Share