Bellomo (che imponeva la minigonna alle borsiste) sarà destituito

Share

Il giudice barese è ritenuto responsabile di pratiche degne, appunto, della cacciata: quelle della vicenda dei corsi per l'accesso all'esame di magistratura, accesso che Bellomo (secondo l'accusa) condizionava al rispetto di regole strane: gonne non oltre una certa lunghezza, niente matrimonio e via discorrendo. Così ha deciso oggi l'assemblea del Consiglio di Stato.

Libera: Intimidazione a Don Stamile
Siamo vicini a Don Ennio e andiamo avanti, senza paura e senza alcuna esitazione, consapevoli che il nostro impegno non subirà alcun cedimento".

Il Consiglio di Stato ha dato parere favorevole alla destituzione del consigliere Francesco Bellomo. La riunione è durata poco più di due ore e la decisione è stata presa quasi all'unanimità. E' finito sotto inchiesta anche a Bari e a Piacenza, a seguito della denuncia del padre di una delle sue allieve che lo ha accusato di aver imposto alle borsiste un dress code (minigonne, tacchi a spillo e trucco marcato) e la risoluzione del contratto se si fossero sposate. Bisognerà attendere il passaggio al Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa che avrà il compito di redigere il decreto di destituzione.

Share