Morta Sofia, bimba simbolo del metodo Stamina

Share

La sua storia era stata raccontata dalla trasmissione tv "Le Iene".

"Gesù" sostituito con "Perù" per rispetto dei bimbi stranieri
Le feste di Natale sono diventate negli ultimi anni occasione di scontro anche e soprattutto per ciò che avviene nelle scuole. La dirigente , scrive il Messaggero Veneto , non sapeva nulla dell'iniziativa della maestra.

"Ieri sera la nostra piccola straordinaria bambolina Sofia - scrivono la mamma Caterina Ceccuti e papà Guido De Barros - è volata in cielo, direttamente dalle braccia di mamma e babbo". Per chi volesse salutare insieme a noi la nostra bambina comunicheremo i dettagli della cerimonia non appena potremo. La piccola Sofia era malata di leucodistrofia metacromatica, una malattia neurodegenerativa rara. "Grazie a tutti quelli che l'hanno amata e che la ricorderanno nelle loro preghiere". I genitori decisero di ricorrere al metodo Stamina, subendo diverse infusioni secondo la metodica agli Spedali Civili di Brescia. "Onlus". Voa Voa, sostenuta anche da personalità del mondo dello spettacolo, ha sede a Firenze, e si occupa di assistenza e sostegno psicologico, legale ed economico alle famiglie con figli colpiti da patologie rare, neurodegenerative, diagnosticate in età pediatrica. "Cate e Guido" è il messaggio addolorato comparso sul profilo Facebook della madre di Sofia che, come si legge dalla firma finale, parla anche a nome del marito.

Share