Bollette luce e gas, arriva il salasso

Share

LE CIFRE Nel dettaglio, per l'elettricità la spesa (al lordo delle tasse) per la famiglia-tipo nell'anno compreso tra il 1° aprile 2017 e il 31 marzo 2018 di circa 535 euro, con un aumento del +7,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1° aprile 2016 - 31 marzo 2017) corrispondente ad un aumento di circa 37 euro l'anno.

Dal 1 gennaio #2018 ci saranno aumenti per le bollette di luce e gas a causa di una serie di fattori che, per entrambe le forniture energetiche, hanno portato a incrementi di prezzo all'ingrosso che si ripercuoteranno dunque sui costi finali in bolletta per gli utenti classificati come piccoli consumatori e famiglie (parliamo infatti di utenze domestiche in questo articolo). A tradurre il dato sull'anno solare è poi l'Unione Nazionale Consumatori, che per il 2018 prevede una "stangata" da 79 euro: 28 in più per la luce e 51 in più per il gas. Renzi si vanta di aver ridotto le tasse; in parte è vero, ma complessivamente il peso fiscale e tariffario per le famiglie è enormemente aumentato. Nello stesso periodo la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.044 euro, con una variazione del +2,1% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente, corrispondente ad un aumento di circa 22 euro/anno.

Rincari in bolletta del 5,3 e del 5 per cento.

Level-5 si dedicherà principalmente su Nintendo Switch nel 2018
Pokémon per Nintendo Switch , infine, dovrebbe vedere la luce per la fine del 2018 o, al massimo, per i primi mesi del 2019 . E potrebbero fare la gioia di tutti gli Allenatori del Bel Paese.

I CONSUMATORI Secondo i consumatori si tratta di "aumento del tutto sproporzionati". "Per quanto riguarda l'energia elettrica, pesa soprattutto l'incidenza eccessiva degli oneri di sistema, che conoscono un nuovo aumento dovuto al rafforzamento delle agevolazioni per le industrie energivore (+1,9%)".

Per il gas, invece, l'aumento è sostanzialmente determinato dalle attese dinamiche legate alle stagioni invernali, con consumi e quotazioni in aumento a livello europeo, che - in un mercato unico - implicano la crescita dei prezzi anche nei mercati all'ingrosso italiani.

Share