Droga: due arresti per spaccio e tre chili di cocaina sequestrati

Share

I carabinieri di Parma sono riusciti ad arrestare quattro persone coinvolte in un'attività di spaccio proficua.

Nel corso della notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siracusa, impegnati in un servizio di prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, D.S., classe 1998, disoccupato siracusano incensurato, per spaccio di stupefacenti.

Le indagini erano state avviate nel settembre 2016 e avevano portato alla scoperta di un gruppo criminale che portava la droga dal nord Italia direttamente al quartiere San Michele di Cagliari, dove Podda era il gestore di un circolo privato.

K.A. era un frequentatore abituale di un noto bar di Via Emilia Est: qui amava bere brandy "Stravecchio" fin dalle prime ore della mattina, raccontando alle bariste della grande casa che stava costruendo in Albania, di cercare una donna delle pulizie, intrattendendole anche con battute e convivialità. Se i clienti non potevano recarsi nei luoghi in cui veniva spacciata la droga erano loro a recarsi dai clienti, utilizzando le biciclette.

L'Onu vota no a Gerusalemme capitale, anche l'Italia contraria
La risoluzione è passata con 128 voti a favore , 9 contro e 25 astensioni. Come i Paesi dell'Unione ha votato anche la Gran Bretagna.

In alcuni casi erano gli stessi genitori a spingere per l'arrivo dei figli: dopo i tre mesi di visto ritornavano a casa. L'altro giorno è scattato il blitz nel suo appartamento.

Una lucrosa impresa commerciale dello spaccio di cocaina, capace di coprire in modo capillare il mercato di Parma. Una volta spostati, i soldi venivano utilizzati da K.A. nella costruzione della sua villa.

I pusher cedevano dosi per lo più di cocaina, vendendola a 80 euro al grammo. Tutto il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro.

Share