Lazio, Inzaghi: "La partita è stata decisa dall'arbitro"

Share

Simone Inzaghi è amareggiato per il risultato e per le decisioni arbitrali e lo palesa ai microfoni di Sky Sport: "E' stato l'intervallo più difficile da quando sono allenatore, mi è sembrato poco corretto. Burdisso? Alla fine gli ho detto che avrebbe dovuto comunicarlo all'arbitro, mi ha risposto che aveva detto all'arbitro di non andare alla VAR. Conosco Burdisso, sono tanti anni che ci incontriamo, anche lui era rimasto sconcertato dall'espulsione di Immobile".

"La partita è stata decisa da VAR e arbitro, io giudico solo il primo tempo, il secondo non ha avuto senso".

Incidente al porto di Lavagna, un morto e un ferito grave
Con lui c'era Paolo Cò, 27enne, cugino del titolare della Aqua, società che gestisce un allevamento di pesci. A perdere la vita è stato Vincenzo Anselmi , 54enne di Milano residente a Rapallo .

Il pensiero di Inzaghi è molto chiaro: "Nel primo tempo dovevamo forse fare meglio ma avevo la sensazione che avremmo potuto sbloccarla. Questa è la quarta domenica di fila che veniamo condannati dagli episodi, che ci sono episodi a nostro sfavore". "Sarà una settimana intensa e dovremo lasciarci tutto alle spalle". "In questo momento fatico a far ragionare i miei giocatori, si è visto che non eravamo più con la testa in campo". Vedranno che non c'è nulla e credo non daranno una squalifica ulteriore. Quando abbiamo visto le immagini ci siamo sentiti derubati. I cambi? Di solito il terzo cambio me lo tengo ma oggi volevo giocarmela cercando di mettere gente fresca. "Cosa che Burdisso stesso ha confermato". "Scudetto? Possiamo pensarci, ma dobbiamo continuare su questo andamento". Uno, due, tre episodi: adesso sono troppi. Questa Lazio al quarto posto dà fastidio come ha detto Luis Alberto? "E' una tifoseria importante, perché la storia lo dice e abbiamo una squadra che è stata costruita per vincere e per competere ai primi posti". "Sta facendo un buon campionato, è nel gruppetto insieme al Milan e alla Fiorentina".

Share