Nasa: scoperto un 'sosia' del nostro sistema solare

Share

E' formato da otto pianeti che ruotano intorno alla stella Kepler-90, distante 2.545 anni luce. Il pc ha elaborato i dati relativi a 35.000 possibili pianeti raccolti dal telescopio ed è stato addestrato a riconoscere le variazioni di luminosità della stella registrate da Kepler. La NASA lo ha scoperto grazie al famoso telescopio Kepler, rilevando 7 pianeti. "Per la prima volta da quando i pianeti del sistema solare sono stati scoperti migliaia di anni fa, sappiamo per certo che il nostro sistema solare non è l'unico detentore del record per il maggior numero di pianeti", ha sottolineato il professor Vanderburg. Il sistema di intelligenza artificiale è come un setaccio, spiega Andrew Vanderburg della Nasa: "se hai un setaccio con le maglie più strette, raccoglierai più pietre, ma troverai anche più tesori".

Ma le è molto vicino (poco più di un decimo della distanza Terra-Sole), e le orbita attorno in soli 14,4 giorni. Si tratta di Kepler 90i, un pianete roccioso e incandescente, la cui temperatura è simile a Mercurio e le cui dimensioni sono invece del 30% più grandi della Terra. Si prevede che l'agenzia spaziale riveli i risultati di un progetto di collaborazione con Google che utilizza l'intelligenza artificiale per trovare pianeti in grado di supportare organismi extraterrestri. Cosa ha di speciale il sistema planetario Kepler-90?

Infografica che mostra il processo di apprendimento automatico effettuato dagli ingegneri di Google. Lo strumento di Google ha anche trovato Kepler-80 g, il pianeta più piccolo del suo sistema.

Kepler 90i 1
Crediti NASA Ames Research Center Wendy Stenzel and The University of Texas at Austin Andrew Vanderburg

La missione Kepler è una missione spaziale della NASA, parte del programma Discovery, il cui scopo è la ricerca e conferma di pianeti simili alla Terra in orbita attorno a stelle diverse dal Sole, tramite l'utilizzo del telescopio spaziale Kepler, che ha permesso agli scienziati di rivelare pianeti orbitanti a tantissime stelle in tutto l'universo.

Kepler ha prodotto un set di dati senza precedenti per la caccia ai pianeti extrasolari.

"Proprio come pensavamo, ci sono emozionanti scoperte ancora nascoste nell'archivio dati di Kepler, in attesa degli strumenti e delle tecnologie capaci di scovarle - esulta Paul Hertz, direttore della divisione di astrofisica della Nasa a Washington - Questa scoperta dimostra che i nostri dati costituiranno un vero tesoro per i ricercatori innovativi per gli anni a venire".

IMac Pro, il Mac dei desideri [AGGIORNATO]
Ciò che si sa, però, è che un iMac Pro base con una CPU Intel Xeon a 8 core sarà proposto a ben 4.999 dollari negli Stati Uniti . Nella serata di ieri abbiamo visto come Apple ha aggiornato la pagina di prodotto del nuovo iMac Pro .

Share