Le lenzuola vanno cambiate ogni settimana. Ecco perché

Share

Insomma si tratta di virus, batteri, funghi, in ogni caso microrganismi, che si trovano così vicino a naso e bocca che diventta praticamente impossibile non inalarli. Le lenzuola possono contenere microbi e batteri dannosi per la nostra salute.

Paradossalmente la cucina e il bagno, anche se sono le stanze più utilizzate e soggette al mirino delle pulizie più approfondite, sono i luoghi dove i germi si annidano e si riproducono più facilmente.

Voi ogni quanto tempo cambiate le lenzuola?

E' importante inoltre fare scorrere dell'acqua calda nello scarico del lavandino in modo da eliminare quei microbi presenti nel canale di scolo.

Tra Renzi e seguaci di Grasso volano stracci
Abbiamo ammesso la sconfitta, mi sono dimesso da Premier e da segretario del PD, siamo ripartiti da zero. Prendersi cura e dare delle opportunita', valorizzare il merito e garantire gli ultimi.

A parlare è Philip Tierno, microbiologo dell'Università di New York. Se ci dimentichiamo di farlo, il rischio è quello di ammalarsi.

Considerate che tra cuscini e coperte ognuno di noi produce in media 26 litri di sudore e sarebbe proprio questo a permettere una maggiore proliferazione dei funghi.

C'è da dire poi che non è un problema solo di sudore ma anche di normale cambio di cellule dell'epidermide che finiscono nel letto, di secrezioni vaginali e anali che possiamo perdere sulle lenzuola o di starnuti e colpi di tosse che seminano virus e batteri sul nostro letto. Poggiare la testa sul cuscino "sporco" può provocare raffreddore, mal di gola o allergie.

Tutto considerato, quindi, cambiare le lenzuola una volta a settimana sembra essere il minimo. Si consiglia, infatti, di lavare il pigiama almeno una volta a settimana per prevenire il rischio di infezioni da microbi dannose per la nostra salute.

Share