Mafia: donna capo clan a Palermo

Share

E' inoltre emerso ancora come Cosa nostra, per quanto depotenziata dai risultati investigativi e giudiziari, dimostri la sua perdurante capacita' di avvalersi della forza di intimidazione e del vincolo associativo per costringere i commercianti ad accettare l'imposizione del pizzo.

Tra gli arrestati, Mariangela Di Trapani, la moglie del boss Salvino Madonia, il killer dell'imprenditore Libero Grassi.

Secondo gli inquirenti, la donna avrebbe retto le sorti della cosca mentre il marito si trovava al 41 bis, con un pesante carico di condanne all'ergastolo.

Evo Morales madrugó a ejercer su derecho al voto
En cualquier artículo de eju.tv, cualquiera puede reportar a Facebook el comentario que le resulte desagradable marcándolo en el menú de la derecha.

L'indagine ha permesso di smantellare le organizzazioni criminali delle famiglie mafiose di "San Lorenzo", "Partanna Mondello", "Tommaso Natale" e "Pallavicino/Zen" - tutte appartenenti al mandamento di "San Lorenzo" - e della famiglia mafiosa di "Resuttana", che fa parte dell'omonimo mandamento insieme alle famiglie mafiose di Acquasanta e Arenella. Figlia del boss Ciccio Di Trapani, sorella di un altro boss, Nicola, era soprannominata in famiglia "a picciridda", (la piccolina ndr). Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Gli investigatori hanno potuto ricondurre tutte le attività del mandamento di Resuttana alla famiglia mafiosa dei Madonia, guidata dallo storico boss Salvino. Condannata a 8 anni, ha scontato la pena.

Sgominati i vertici dei clan di Resuttana e San Lorenzo. Dall'inchiesta dell'Arma viene fuori il ruolo attuale della donna, che avrebbe preso le redini del clan, e il peso che la famiglia Madonia continua ad avere in Cosa Nostra. "E a questo punto abbiamo dovuto prendere questa amara decisione". Per gli inquirenti, "svolgeva un ruolo di raccordo con il fratello per scambi d'informazioni e per il coordinamento delle risorse economiche". Nel mirino Giovanni Niosi, uomo d'onore già arrestato in passato, fedelissimo del boss Salvatore Lo Piccolo.

Share