Juventus, Matuidi: "A Napoli abbiamo lanciato un forte segnale: vogliamo vincere!"

Share

Dopo la solida vittoria di Napoli, la Juventus è al lavoro per preparare la decisiva gara di Champions League contro l'Olympiakos. Penso sia stata una partita molto importante per il futuro del campionato, ma non decisiva. Nel pomeriggio, il numero 14 della Juventus è stato intervistato ai microfoni di Sky Sport: "A Napoli abbiamo lanciato un messaggio: la Juventus c'è, è forte ed è in corsa per lo scudetto".

Blaise autore di un'ottima prestazione, che conferma la propria duttilità in mediana: "Posso adattarmi a diversi sistemi di gioco e faccio ogni volta quello che l'allenatore mi chiede nei vari ruoli, anche quando si tratta di giocare un po' più avanzato, come è successo a Napoli".

Il Napoli incassa in casa la prima sconfitta ad opera di Higuain
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (31'st Maggio); Allan (22'st Zielinski), Jorginho, Hamsik; Callejon , Mertens , Insigne (31'st Ounas ).

MALEDETTO REINA - Abituato a infrangere i sogni e le invenzioni degli avversari, Matuidi ha avuto venerdì sera, grazie anche alla posizione rimodellata offensivamente da Allegri, l'occasione per il 2-0, sventata miracolosamente da Reina: "Ho rivisto in seguito l'azione, se avessi tirato un po' più a destra sarebbe stato gol, ma il portiere è stato molto bravo". "L'importante è che la squadra vinca". La mia esultanza 'Matuidi Charo'? "Charo" è il diminutivo di "charognard", che rappresenta la mentalità del non lasciare niente in campo. "Quando arriverà il gol, la vedrete". "Sarà un grande piacere!". Basta un punto alla Vecchia Signora, ma i bianconeri partiranno per Atene con la vittoria come obiettivo primario. La Champions? Non dobbiamo pensare ai rischi contro l'Olympiacos ma avere l'approccio di chi vuole vincere, pensiamo solo a questo. "Andiamo lì per fare il nostro gioco, contro una squadra difficile da affrontare, ma abbiamo tutte le potenzialità per fare bene e conquistare i tre punti decisivi".

Share