Il posticipo della 15esima giornata di serie A, Sampdoria-Lazio

Share

Il desiderio è rimanere con loro, sappiamo che è difficile perché hanno altri budget e altre rose. Ha vinto la squadra che probabilmente ci ha creduto di più, con l'uomo che meno ti aspetti: Caicedo.

Nell'ultimo anno e mezzo passato alla Lazio, Milinkovic-Savic è cresciuto in modo impressionante, e più passa il tempo più si conferma come uno dei più forti nel suo ruolo in Serie A e fra i migliori d'Europa della sua generazione.

Yemen: Saleh ucciso fuori Sana'a, uno dei figli è stato catturato
Secondo l'ufficiale, "è stato ucciso a Sanàa anche il segretario generale del partito di Saleh , Arif al-Zuka ". Lo dicono la tv di proprietà saudita al-Arabiya e fonti del partito di Saleh .

TANTE EMOZIONI, ZERO GOL - Primo tempo emozionante al Ferraris dove Samp e Lazio si affrontano a viso aperto dando vita a una bella partita. Le emozioni sono costanti: Praet e Ramirez da una parte, Parolo e Luis Alberto dall'altra non trovano lo specchio. Replica Viviano, che respinge il bolide di Immobile, poi salva sulla linea Bereszynski sul tentativo di Luis Alberto. I biancocelesti ci mettono qualche minuto a riprendersi dal gol subito e 3′ dopo la rete rischiano addirittura il raddoppio con un'azione fotocopia: sponda di Quagliarella per Barreto che scambia nuovamente con l'ex Toro prima di calciare sul fondo.

La Samp si illude con Zapata di poter infilare la settima vittoria consecutiva casalinga, ma non fa i conti con il cuore di una Lazio che tra l'80' e il 91′ la ribalta con Milinkovic-Savic e Caicedo, tornando a volare alto dopo aver collezionato un punto nelle ultime due partite. C'è lo zampino del serbo, bravo a smarcare il compagno con un colpo millimetrico, sul gol vittoria laziale. (1 Puggioni, 92 Tozzo, 3 Andersen, 6 Dodò, 7 Sala, 9 Caprari, 10 Djuricic, 19 Regini, 28 Capezzi). La Lazio, più tonica, è riuscita a riprendere la gara prima con Milinkovic-Savic, lesto a spingere in rete una palla vacante (35') su punizione di Parolo, e a farla sua al 46' con Caicedo. A disp. Vargic, Guerrieri, Luiz Felipe, Basta, Murgia, Neto, Palombi. Ammoniti: Immobile per gioco scorretto. Angoli: 5-6 per la Lazio. Recupero: pt 0′, st 4′.

Share