Striscia la Notizia, spari e lancio di mattone contro Vittorio Brumotti

Share

Due colpi di pistola, il lancio di un mattone che ha ferito un cameraman e minacce di morte contro Vittorio Brumotti e la sua troupe. L'inviato del tg satirico di Canale 5 era a San Basilio per un servizio sullo spaccio di sostanze droga gestito da alcune famiglie italiane, a quanto pare, collegate alla camorra.

Adescato con la proposta di vendergli cocaina e altre droghe, Brumotti ha iniziato la sua campagna contro lo spaccio usando il megafono. Dopo Bologna e Padova, la troupe di Striscia la Notizia se l'è vista brutta a San Basilio, quartiere periferico e difficile di Roma, spesso balzato agli onori delle cronache per lo spaccio di stupefacenti e la faida tra bande criminali. A questo punto da una palazzina popolare sono partiti insulti, minacce e una bottiglia.

Quella di oggi pomeriggio è la quarta aggressione nei confronti dell'inviato di Striscia. A darne notizia è la trasmissione 'Striscia la notizia' in una nota.

"Verso le 16.15 - riferisce Striscia la Notizia - sceso dal suo furgone, Brumotti ha sentito due colpi di arma da fuoco".

Il Trapani si aggiudica la super sfida contro il Catania
Il Trapani la sblocca alla mezzora, con Silvestri che mette dentro di testa sugli svilupppi di un corner. Il Trapani non resta a guardare e con il solito Reginaldo crea scompiglio dalle parti di Pisseri .

Il modus operandi di Brumotti è sempre lo stesso: adescare il pusher, richiedere la droga e, sul più bello, rivelare la propria identità denunciando il fatto con un megafono. Quando si è voltato ha visto una persona in passamontagna che corre verso di lui e la sua troupe lanciando un mattone che ferisce a una gamba uno dei cameraman. Uno di loro sarebbe già stato identificato. Quindici giorni dopo la nuova "intrusione" nel parco, con ancora un'altra aggressione da parte degli stessi spacciatori che lo avevano riconosciuto. In particolare sarebbero stati sentiti diversi testimoni.

Vittorio Brumotti, l'inviato sul territorio di Striscia la notizia, dopo l'aggresisone della settimana scorsa in una zona "calda" di Bologna, è stato nuovamente picchiato, mercoledì sera, durante la registrazione di un servizio sullo spaccio di stupefacenti a Padova, nell'area antistante la stazione ferroviaria.

La troupe ha denunciato l'accaduto ai carabinieri di Montesacro che indagano.

Share