Il Decreto fiscale è legge. Primo sì alla Legge di bilancio 2018

Share

Il voto finale sul provvedimento dovrebbe arrivare intorno alle 15 di oggi.

- OK AMPLIAMENTO PLATEA ROTTAMAZIONE: Si amplia la possibilità di nuove rottamazioni delle cartelle dal 2000 fino al settembre 2017 (dalla riapertura alle vecchie cartelle è atteso un gettito di 209 milioni).

Il decreto introduce un ampio quadro di misure, incentrate principalmente sulle misure fiscali ma nel contempo esteso anche ad altre linee di intervento, che si sono poi significativamente ampliate a seguito delle modifiche apportate al provvedimento nel corso dell'esame presso il Senato. Dal punto di vista della sanità, sono passate la detrazione fiscale per gli alimenti che le persone affette da disturbi del metabolismo sono costrette a consumare, mentre la terapia contro il dolore prescritta dal medico sarà a carico del Servizio Sanitario Nazionale, e sarà possibile sviluppare nuove preparazioni a base di cannabis destinate alle farmacie su ricetta medica non ripetibile.

- 5 PER MILLE ANCHE PER I PARCHI: Gli enti gestori delle aree protette entrano tra i soggetti che i contribuenti possono indicare quali beneficiari del 5 per mille dell'Irpef.

Una delle novità è quella che prevede che le bollette per il telefono e la pay tv tornino ad essere inviate mensilmente. Sono 4 i mesi previsti per l'adeguamento da parte di tutti gli operatori del mercato. Nel caso di violazioni sono previsti rimborsi forfettari di 50 euro.

ALITALIA, 300 MILIONI E PIÙ TEMPO PER VENDERE - Il decreto concede quasi un anno in più alla compagnia per restituire il prestito ponte da 600 milioni - rifinanziato per altri 300 milioni - concesso per garantire la continuità aziendale, in attesa che si completi il processo di vendita.

X-Factor 11, Lorenzo Bonamano vittima di un incidente stradale
Raggiunto alla propria abitazione l'uomo, un 47enne di Cerveteri, stava tranquillamente cenando come se nulla fosse successo. Anche se ancora sotto choc il giovane è stato subito dimesso ed è così potuto tornare subito a casa.

Mini-scudo fiscale al 3%, gli ex residenti all'estero e i transfrontalieri potranno regolarizzare su attività e somme detenute all'estero in violazione degli obblighi di dichiarazione o derivanti dalla vendita di beni immobili detenuti all'estero con il versamento del 3% del valore delle attività e della giacenza al 31 dicembre 2016 a titolo di imposte, sanzioni e interessi.

Il decreto fiscale mira anche ad aiutare la donna che è diventata ormai il simbolo degli "sfollati", Nonna Peppina, una anziana di 95 anni che a causa del terremoto ha dovuto lasciare la sua casa di legno costruita vicino all'abitazione distrutta dal sisma.

Detraibili spese alimentari per malattie metaboliche congenite, lo stanziamento è di 20 milioni di euro per il 2018 e di 11,4 milioni per il 2019.

Lo stesso discorso, riguardante la sospensione dei versamenti e dei tributi, vale per i Comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e di Collesalvetti. Difficile la riforma delle agenzie fiscali. Lo spoil system rimarrà invece invariato.

- UNDER 14 POTRANNO USCIRE DA SCUOLA DA SOLI: previa autorizzazione dei genitori o dei tutori, i minori di 14 anni potranno ora uscire autonomamente da scuola al termine delle lezioni.

Share