Truffa ai danni di Fedez: condannata la finta legale

Share

Dopo due anni dalla sua denuncia infatti il rapper si vede dare ragione dalla giustizia italiana, che ha verificato come l'ex avvocato del cantate gonfiasse i conti legali da richiedere a Fedez per poi usare i soldi per spese personali.

L'autrice dell'imbroglio è stata già denunciata due anni fa dal cantante, e oggi finalmente è arrivata la sentenza: "l'avvocato Chiesa" (nel frattempo si sarà abilitata sul serio o è riuscita a farlo sopravvivere come semplice soprannome?), è stata condannata a sette mesi di reclusione ed al pagamento di 400 euro di multa per aver raggirato Fedez e per aver esercitato abusivamente la professione di avvocato.

Susanna Chiesa, meglio conosciuta come "avvocato Chiesa", avvocato non lo è e nemmeno praticante. Nonostante questo agiva per conto di Fedez ed aveva condotto delle questioni giuridiche di rilievo, oltre a prelevare delle somme come "Cassa Forense".

UFFICIALE, nasce il nuovo Mondiale per Club
Come riportato dal quotidiano spagnolo Marca , è in arrivo una pianificazione per un torneo da giocarsi nell'estate 2021. Tra poco più di 4 anni sperimenteremo il Mondiale d'inverno (dal 21 novembre 2022 al 18 dicembre in Qatar ).

Altri dettagli sulla truffa a Fedez si diffondono grazie a Magaletti: "Approfittando della fiducia che il rapper riponeva in lei, la Chiesa gli aveva fatto pagare somme piuttosto elevate per spese che avrebbero dovuto riguardare questioni legali ed invece servivano a rimborsare spese personali della dottoressa: biancheria intima, cene, bollette del telefono e molto altro ancora". Finché il suo attuale avvocato, Cristiano Magaletti, non gli ha messo la pulce nell'orecchio e l'ha spinto a effettuare maggiori verifiche che hanno portato il futuro marito di Chiara Ferragni a scoprire parcelle gonfiate per pagare i vizi dell'avvocatessa.

La condanna nei confronti della dottoressa Chiesa è stata emessa per dal Tribunale di Milano per esercizio abusivo della professione e per truffa. Tutto è bene quel che finisce bene.

Share