Argentina, il sottomarino scomparso: l'ultimo messaggio prima di un'esplosione

Share

La comunicazione è avvenuta alle 8.52 del 15 novembre. Balbi ha spiegato che il comandante disse che era entrata acqua attraverso lo 'snorkel' al sistema di batterie, mentre il sottomarino le stava caricando, "causando un corto circuito e l'inizio di un incendio, o del fumo senza fiamme". Batteria di prua fuori servizio. "Al momento dell'immersione propulsione a circuito diviso", ha comunicato il sottomarino, secondo quanto riferito dall'emittente America 24. Questa la segnalazione dell'equipaggio. "Sfortunatamente non abbiamo ancora localizzato il sottomarino", ha dichiarato il portavoce della marina, Enrique Balbi.

'Quel posto è mio', stacca orecchio a morsi al tassista
Il ferito è un tassista di 48 anni che è stato portato in codice giallo all'ospedale Niguarda . Il ventenne avrebbe preteso di parcheggiare nel posto del tassista.

Proseguono nel frattempo, le ricerche del sottomarino diesel-elettrico da 65 metri, concentrate prevalentemente in un'area a circa 430 km dalla costa meridionale dell'Argentina. Da quel momento non si è saputo più nulla del destino del sommergibile e del suo equipaggio, formato da 43 uomini e una donna. Nelle operazioni sono impegnati navi e aerei provenienti da 13 paesi, tra cui Brasile, Cile e Gran Bretagna. Ieri si sono verificate delle tensioni tra i parenti delle persone scomparse, tra coloro che rifiutano di abbandonare la speranza e coloro che si stanno ormai rassegnando al peggio.

Share