Pegli, sparatoria vicino al casello: caccia ai ladri. Feriti tre carabinieri

Share

Un gesto a cui i militari hanno risposto aprendo il fuoco verso la vettura.

Maxi blitz a Ostia, si cercano armi e droga
Nel corso dell'operazione inoltre sarebbero stati trovati e sequestrati armi e droga. Alcune persone sono state fermate.

I tre carabinieri (tra i quali una donna) hanno individuato un'auto (forse una Toyota Yaris) segnalata come rubata. A quel punto le due persone che erano a bordo della vettura-pirata sono fuggite a piedi. Il fatto è accaduto sulla rampa di uscita dell'autostrada, a due passi dal centro sportivo del Genoa (che ha anche sospeso gli allenamenti dopo aver udito gli spari). "L'allenamento è stato brevemente interrotto per cercare di comprendere quello che stava accadendo", ha dichiarato un dirigente del Genoa. Secondo le prime ricostruzioni i tre militari sono stati trasportati in codice giallo all'ospedale di Voltri; fortunatamente le loro condizioni non sarebbero gravi. Quando i carabinieri l'hanno vista spuntare al casello di Pegli, le hanno imposto l'alt per fermarla e sottoporla a controllo. L'auto era seguita dai militari della compagnia di Arenzano fin dall'autostrada. A quel punto la persona alla guida ha finto di fermarsi ma poi ha accelerato speronando una delle tre vetture dell'arma, su cui si trovavano due dei tre carabinieri, rimasti feriti, appunto. Al campo di Pegli, che è situato diversi metri al di sotto della rampa che porta al casello autostradale, dove è avvenuto l'incidente, era in corso l'allenamento per preparare la sfida di Coppa Italia di giovedì sera allo stadio casalingo, Giuseppe Ferraris, contro il Crotone. "Nessuna paura ma solo tanta curiosità".

Share