Barista suicida a La Maddalena. Trovato il video hard: tre indagati

Share

Fino a togliersi la vita.

Svolta nelle indagini sul suicidio della ragazza di 22 anni di Porto Torres, avvenuto tra il 4 e il 5 novembre in casa di un'amica a La Maddalena, Comune in Provincia di Sassari.

Le ipotesi di reato sono tentata estorsione, istigazione al suicidio e diffamazione aggravata. L'inchiesta della procura di Tempio Pausania e dei carabinieri di Olbia e Porto Torres si e' subito concentrata sui motivi del gesto compiuto dalla donna, anche alla luce dell'aggressione subita.

Tornatore sulle accuse di molestie
Una mattina ti svegli, apri il giornale o il computer e scopri di essere un mostro , un molestatore, un violentatore. In tv con estrema calma dice: "Innanzitutto ho la coscienza a posto ".

Michela Deriu aveva avvisato la titolare del bar di Porto Torres per cui lavorava di voler cambiare aria per qualche giorno. Michela non aveva sporto denuncia, ma l'episodio aveva assunto particolare importanza alla luce di quanto sarebbe accaduto da lì a poco.

Tre persone sarebbero state iscritte nel registro degli indagati. Una vicenda che riporta alla mente quella di Tiziana Cantone.

Michela si era tolta la vita in casa di un'amica, che la ospitava nell'isola della Maddalena.

Share