Black friday, assalto ai centri commerciali

Share

C'è poco, o forse tanto, da discutere. Il nostro consiglio è quello di installare e servirsi dell'estensione Keepa per il browser: essa permette di valutare quanto ciascuna offerta pubblicata durante il Black Friday sia conveniente rispetto alla media dei prezzi normalmente praticati sullo store.

Se ci fossero ancora dei dubbi sulla mutazione genetica subita dal Partito Democratico sotto la guida di Matteo Renzi - al quale si deve anche la nomina di Diego Piacentini, senior vice president international di Amazon, a commissario straordinario per l'attuazione dell'Agenda digitale - la lettura dell'articolo di Democratica sul Black Friday dovrebbe essere sufficiente a fugarli una volta per tutte. Non importa se 20, 30, 40 o 50%; fondamentale era ricordarsi di questa "save date" e rispettare questo rito dell'acquisto a costo ridotto. Negozi, in particolare quelli del centri commerciali, presi d'assalto. "Applichiamo il 30% fino a domenica, percentuale che prima di Natale fa presa sui clienti". Per questo motivo, DireDonna ha selezionato per voi le migliori offerte di Amazon disponibili nella giornata di Black Friday 2017 Italia!

Si allarga lo sciopero ad Amazon. Il venerdì nerissimo dei magazzinieri

La tradizione del Black Friday nasce in america negli anni Sessanta, quando i negozianti proponevano degli speciali sconti per la loro merce nel giorno successivo al Thaksgiving Day per agevolare lo shopping e dare il via agli acquisti del periodo natalizio. Ma non solo: la fama sempre più grande del venerdì degli sconti ha portato i negozi fisici ad adottare un Black Friday che si potrebbe definire "all'italiana".

Il Venerdì Nero si è diffuso anche nei negozi del centro storico: sono previsti grandi sconti fino a tarda sera. Una "moda" che sta crescendo ma che per i lavoratori del magazzino di Castel San Giovanni (Piacenza) di Amazon è stata occasione di uno sciopero per richiamare l'attenzione su condizioni di lavoro non proprio ideali (i dipendenti della multinazionale americana, lamentano salari e turni di lavoro non adeguati).

Palermo: stop preghiere a scuola, lunedì manifestazione
Palermo si sta riscoprendo una città veramente laica e rispettosa delle persone che seguono culti differenti da quello cattolico. "Non ho notizie ufficiali su quanto sta avvenendo nella scuola Ragusa Moleti ".

Share