"In Bosnia fu genocidio" Ergastolo per Mladic

Share

Questi i reati per i quali Ratko Mladic dovrà scontare l'ergastolo.

"A Srebrenica volle perpetrare genocidio, persecuzione, sterminio, assassinio e atti disumani attraverso trasferimenti forzati".

Napoli-Shakhtar 3-0, Sarri: "Buona prestazione. Non riesco a rinunciare ad Insigne"
I suoi gli sono piaciuti soprattutto nella seconda frazione di gioco e verso la fine del primo tempo. Dobbiamo solo pensare ad andare a vincere in Olanda e poi aspettare l'altro risultato.

L'ex generale serbo Ratko Mladic è stato condannato in primo grado all'ergastolo per genocidio e crimini di guerra e contro l'umanità per il ruolo che ha avuto durante la guerra in Bosnia (1992-95) e in particolare nel massacro di Srebrenica e nell'assedio di Sarajevo dove il cecchinaggio dalle colline fece 10mila morti (tra loro 1.500 bambini). L'ex generale fu protagonista di una delle pagini più orribili della storia recente: il genocidio di Srebrenica.

L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Zeid Ra'ad al-Hussein, ha detto che la sentenza su Mladic è un avvertimento sul fatto che gli autori di tali crimini "non sfuggiranno alla giustizia, a prescindere da quanto siano potenti o da quanto tempo possa occorrere". La difesa ha chiesto in seguito di interrompere la lettura della sentenza oppure di leggere soltanto la parte finale, ma il giudice Alphons Opie ha respinto entrambe le richieste, suscitando una reazione di ira da parte di Mladic che per questo è stato allontanato dall'aula. L'avvocato difensore di Mladic, inoltre, aveva richiesto di posticipare il verdetto a causa di una serie di crisi di ipertensione del suo assistito, ma il giudice ha negato la richiesta. Vere e proprie prove autografe, da cui emerge tutto l'odio che Mladic provava nei confronti della comunità musulmana, oltre che dell'Occidente, colpevole, a suo dire, di appoggiare gli islamici bosniaci per ottenere in cambio vantaggi economici e strategici dalle nazioni del Medio oriente.

Share