Napoli, in testa e imbattuto con un grande Insigne

Share

E' questa la chiosa più sintetica della partita, in cui il Milan ha il grosso demerito di non arrivare mai in area di rigore azzurra con Kalinic totalmente annullato dai centrali Albiol e Koulibaly, stesso discorso per i due esterni Suso e Bonaventura che riescono a produrre solo qualche sterile tiro da fuori area.

Lorenzo Insigne, escluso nel playoff contro la Svezia e protagonista di Napoli-Milan, non infierisce sull'ex Ct: "Ventura ci ha insegnato tanto". Una vittoria importantissima, che permette alla squadra di Sarri di tenere lontana la Roma, vittoriosa nel derby, e tenere salda la vetta della classifica a quota 35 punti, aspettando domani le gare di Juventus e Inter, impegnate contro Sampdoria e Atalanta. Avrebbe dovuto essere l'uomo della Provvidenza, non ha giocato a Milano e purtroppo è finita male. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre stati vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli.

Una panchina rossa contro la violenza sulle donne
Associazione Aurora - Ricerca del Benessere è un'associazione giovane, attiva e partecipe nel territorio veronese. Quello che conta è essere in tanti a dire: "Basta violenza sulle donne".

"Scudetto? Sappiamo che quest'anno possiamo fare grandi cose, noi ce la stiamo mettendo tutta per rimanere davanti il più a lungo possibile".

Insigne e il Mondiale svanito. Detto del s.v. a Rog, da segnalare gli unici due insufficienti: Reina, poco reattivo sul siluro di Romagnoli (ma inoperoso per il resto del match) e Mertens, sprecone in un paio di occasioni e sempre fermato da Bonucci. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il c.t. quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo.

Share