Il Signore degli anelli: Secondo John Rhys-Davies, Tolkien si "sta rivoltando nella tomba" per la serie tv

Share

Ma il motivo per cui abbiamo bisogno di una serie tv de Il Signore degli Anelli mi sfugge. Amazon ha annunciato che porterà l'epopea fantasy di J.R.R. Tolkien sul piccolo schermo, dopo aver comprato da Warner Bros i diritti sul progetto.

La nuova produzione racconterà i fatti precedenti la trilogia portata al cinema e iniziata nel 2001.

L'attore John Rhys-Davies
HDIl Signore degli Anelli John Rhys Daviesnei panni del nano Gimli

"Siamo felici che Amazon, con il suo impegno a lungo termine nell'ambito della letteratura, ospiti la prima serie tv in più stagioni su Il Signore degli Anelli", ha detto Matt Galsor, portavoce di Tolkien Estate and Trust e HarperCollins. L'associazione ha esordito ufficialmente nel 2016 con la mostra su "In te c'è più di quanto tu creda: l'avventura umana ne Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien", che per nove giorni a Castelfidardo ha raccolto decine di visitatori, partecipanti anche alle conferenze e agli incontri che hanno accompagnato la mostra. "Siamo onorati di poter lavorare con Tolkien Estate and Trust, HarperCollins e New Line su un progetto così emozionante e siamo entusiasti di poter portare tutti i fan de Il Signore degli Anelli in un nuovo, epico viaggio nella Terra di Mezzo" ha dichiarato Sharon Tal Yguado, Head od Scripted Series degli Amazon Studios. La speranza è che la serie possa avere il successo di Game of Thrones, dell'emittente satellitare televisiva americana HBO. La serie, ricordiamo, esplorerà - almeno inizialmente - delle storie accadute prima di La compagnia dell'anello, fungendo quindi da prequel ai film.

Leonardo da Vinci painting sells for eye-watering $450 million
The excitement from the public for this work of art has been overwhelming and hugely heartening". It resurfaced in 1900, by which time it was thought to be a minor work by a Leonardo imitator.

Share