Lazio, Inzaghi: "Immobile? C'è speranza. Chi vince avrà l'inerzia a favore"

Share

Vedremo, valuteremo ma ci sono speranze. Bisognerà avere corsa, grinta e determinazione. "Affrontiamo una squadra di grande qualità".

Immobile. "Risente ancora del problema accusato alla viglia della sfida con l'Udinese". Mercoledì si era mosso abbastanza bene con la squadra, ieri il problema si è ripresentato e così abbiamo preferito lasciarlo a riposo. Vedremo come reagirà. Ciro è un ragazzo generoso, è capitato altre volte con la Lazio, il derby dell'anno scorso e la partita con il Chievo sono le uniche due saltate.

Per il Var ormai siamo alla 13° partita, ci siamo abituati. Chi riuscirà a vincere prenderà una grande inerzia a favore. Bisogna parlare poco e giocarlo nel migliore dei modi. Pensi che sia un derby da scudetto? In questi giorni è caduto l'anniversario della scomparsa di Gabriele Sandri, mi auguri che sia un grande spettacolo. La Roma ha tantissime soluzioni, ha la rosa più lunga e allestita come la Juventus.

Sulla gestione di Immobile in Nazionale.

Poi Inzaghi presenta l'avversario: "Il Derby non è una partita uguale alle altre, sono due gare nell'arco di un campionato e hanno una storia a parte". Entrambe hanno giocatori di qualità, penso che sarà un bellissimo derby e che vinca il migliore. "Ora i giallorossi subiscono meno gol perché concedono poco, forse anche davanti creano un po' meno perché hanno perso Salah e non hanno ancora a disposizione Schick".

Felipe Anderson e Wallace non li abbiamo più visti... Si sono allenati ma non sono ancora ai loro livelli. Avevano ancora qualche problema e insieme abbiamo deciso che faranno ancora 4-5 giorni di programma personalizzato fino a martedì prossimo, perché li voglio al 100% e non part time. Con il Chelsea hanno fatto cosi per esempio.

Il Papa: evitare accanimento terapeutico non significa eutanasia
Tutti riuniti in Vaticano, oggi e domani, per un dibattito sui vari aspetti toccati dal tema. Ed è sempre prendendo le mosse dal Catechismo, che il Papa sviluppa un altro concetto.

"Questa partita sappiamo che non è uguale alle altre, l'anno scorso ne abbiamo fatti quattro, i nuovi acquisti non l'hanno ancora disputato, ma hanno esperienza internazionale".

"Ognuno la prepara a modo suo". E' normale che sia lui che Parolo abbiano vissuto una grandissima delusione, ma il calendario gli propone subito il derby, quindi avranno modo di sfogare la loro rabbia agonistica.

"Sono due squadre forti con due grandi allenatori". Le due squadre si affronteranno a viso aperto.

Siete sullo stesso livello con la Roma? Differenze tra Lazio e Roma? Poi abbiamo fatto qualcosa di importante ma dobbiamo continuare, giocando partita per partita e provando a rimanere lì davanti. Certo, data la forza del centrale e le tante richieste non c'è da stare tranquilli, sicuramente però l'ottimo cammino della Lazio sta convincendo l'olandese a maturare ancora sotto la guida di Simone Inzaghi, rinforzandosi prima di approdare eventualmente in una big europea. I ragazzi sono rientrati bene dalla Nazionale.

Che Roma ti aspetti domani? Ormai la Lazio ha una squadra devastante, che può arrivare a qualsiasi traguardo.

Share