Politica pugliese in lutto per la scomparsa di Salvatore Negro

Share

Era malato da tempo e la sua salute era peggiorata nelle ultime settimane.

In politica dal 1980 quando venne eletto consigliere comunale a Muro Leccese. In Regione è stato rieletto per la seconda volta nel 2015 per la lista I Popolari. Dal 1995 al 2004, per ben due mandati, è stato sindaco della sua città.

Si è spento questa mattina, a Lecce, l'assessore regionale al Welfare Totò Negro. Consigliere comunale fino al 2009, nel 2004 è stato eletto consigliere provinciale di Lecce ed ha ricoperto la carica di vicepresidente del Consiglio Provinciale fino al 2009.

Maldini: "Attenta, Italia: senza personalità San Siro può diventare un nemico. Stasera…"
In chiusura una domanda sul futuro di Paolo Maldini: "Tutti si chiedono perché non sono nel mondo del calcio ma è una scelta mia". Ci siamo trovati in questa situazione anche nel 1997 con mio padre CT, facemmo lo spareggio con la Russia.

Fino al termine della legislatura Negro aveva presieduto il gruppo consiliare dell'Udc, partecipando anche all'attività delle commissioni consiliari allo sviluppo economico ed ai servizi sociali. Ho avuto modo di conoscere e apprezzare le qualità umane e la grande preparazione dell'amico Salvatore Negro, per tutti Totò, che ha saputo accogliermi in Consiglio regionale avendo per me grande attenzione e massima disponibilità all'ascolto.

Hanno espresso cordoglio anche i consiglieri regionali de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino, Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco: "Con la scomparsa di Totò Negro la Puglia da oggi perde un uomo esemplare, un uomo dalle comprovate virtù professionali e politiche, ma soprattutto il padre di una legge indimenticabile come il Reddito di Dignità che, da oggi, porterà il suo nome".

"Con la scomparsa di Salvatore Negro - ha commentato Antonio Nicolì, segretario generale Cisl Lecce - se ne va un politico acuto e sempre attento, un rappresentante leale delle istituzioni democratiche, un amministratore che ha investito impegno e competenza in favore del suo territorio e che è sempre stato vicino ai più deboli".

Share