Calcio Nazionale, Ventura alle 'Iene': "Se prometto di dimettermi? Sì"

Share

Ha dichiarato di non esssersi dimesso dall'incarico e di non aver parlato ancora con Tavecchio. "Quando uno che non ottiene il risultato è evidente che il responsabile è l'allenatore". Lo scialbo 0-0 di San Siro ha certificato la cocente eliminazione già nella fase di qualificazione per Buffon e compagni. Purtroppo è così, son finiti i tempi delle vacche grasse e dal post 2006 ci siamo dovuti accontentare soltanto di vacche magre, forse fin troppo magre per un popolo come il nostro. Quella del bomber dentro e fuori dal campo, nessuna fantasia ma solo realtà. "Ci sarebbero tante cose da dire, ma so che stasera conta il risultato". Il futuro? "Con la Federazione ci confronteremo e valuteremo il da farsi".

C'è rabbia per la mancata qualificazione e tristezza per l'addio di alcuni dei giocatori simbolo dell'Italia.

"La colpa è di aver fatto due partite senza subire un gol e di aver perso 1-0 senza far gol". Ci sarà tempo per analizzare tutto. Non succedeva da sessant'anni, che la Nazionale non riuscisse a qualificarsi. Ventura, che non si è presentato ai microfoni dei giornalisti al triplice fischio finale, in conferenza stampa ha chiesto scusa agli italiani e ha detto di voler parlare con i vertici della FIGC prima di prendere qualsiasi decisione.

Rimini, madre rapita, i figli volevano per salvare i soldi di famiglia
Era stata appena sequestrata dai due figli, di 23 e 16 anni, con l'aiuto di un dipendente dell'azienda di famiglia, un uomo di 49. E il titolare di uno degli hotel, imbufalito per il mancato pagamento di 500 euro, ha contattato il familiari della donna.

"Assolutamente sì, chiedo scusa per il risultato". Certo, la vita va avanti (e menomale), si tornerà a pensare alle nostre vite quotidiane, ai nostri problemi, al lavoro, ai figli e tutto il resto e nonostante tutto continueremo a ringraziare di essere italiani, perché esser italiano (un italiano vero) è veramente qualcosa di veramente invidiabile.

In Spagna si va dal "Dramma azzurro" del Mundo Deportivo al titolo di Marca altrettanto forte: "Incredibile, un Mondiale senza Italia!". Non dite che non è nato il feeling tattico con la squadra, la partita di stasera dimostra il contrario.

Share