Calcio Nazionale, Ventura alle 'Iene': "Se prometto di dimettermi? Sì"

Share

Ha dichiarato di non esssersi dimesso dall'incarico e di non aver parlato ancora con Tavecchio. "Quando uno che non ottiene il risultato è evidente che il responsabile è l'allenatore". Lo scialbo 0-0 di San Siro ha certificato la cocente eliminazione già nella fase di qualificazione per Buffon e compagni. Purtroppo è così, son finiti i tempi delle vacche grasse e dal post 2006 ci siamo dovuti accontentare soltanto di vacche magre, forse fin troppo magre per un popolo come il nostro. Quella del bomber dentro e fuori dal campo, nessuna fantasia ma solo realtà. "Ci sarebbero tante cose da dire, ma so che stasera conta il risultato". Il futuro? "Con la Federazione ci confronteremo e valuteremo il da farsi".

C'è rabbia per la mancata qualificazione e tristezza per l'addio di alcuni dei giocatori simbolo dell'Italia.

"La colpa è di aver fatto due partite senza subire un gol e di aver perso 1-0 senza far gol". Ci sarà tempo per analizzare tutto. Non succedeva da sessant'anni, che la Nazionale non riuscisse a qualificarsi. Ventura, che non si è presentato ai microfoni dei giornalisti al triplice fischio finale, in conferenza stampa ha chiesto scusa agli italiani e ha detto di voler parlare con i vertici della FIGC prima di prendere qualsiasi decisione.

Torres, presidente dell'Atletico Madrid: "Vrsaljko ha la nostra fiducia"
Non solo l'apertura dell'Atletico , c'è anche un'intesa di massima con il procuratore del calciatore, Giuseppe Riso . Una proposta che all'entourage del calciatore piace.

"Assolutamente sì, chiedo scusa per il risultato". Certo, la vita va avanti (e menomale), si tornerà a pensare alle nostre vite quotidiane, ai nostri problemi, al lavoro, ai figli e tutto il resto e nonostante tutto continueremo a ringraziare di essere italiani, perché esser italiano (un italiano vero) è veramente qualcosa di veramente invidiabile.

In Spagna si va dal "Dramma azzurro" del Mundo Deportivo al titolo di Marca altrettanto forte: "Incredibile, un Mondiale senza Italia!". Non dite che non è nato il feeling tattico con la squadra, la partita di stasera dimostra il contrario.

Share