Corinaldo, bimbo di 5 anni cade in un pozzo e muore

Share

A 36 anni di distanza dalla morte drammatica di Alfredino Rampi, il piccolo di sei anni caduto nel pozzo e che tenne gli italiani incollati al piccolo schermo per 18 ore prima della sua morte, la storia si ripete. Il bambino si è sbilanciato, forse mentre stava giocando, cadendo all'interno della cisterna dove era presente circa un metro di liquido proveniente dagli scarti delle olive. Probabilmente il bambino si è avvicinato troppo e ha perso l'equilibrio precipitando in un pozzo contenente le acque reflue e gli scarti di lavorazione delle olive. La tragedia è avvenuta nella tarda serata di ieri, domenica 12 novembre. Il piccolo, di nome Florin Petru Strambu, era nato in Italia ma originario della Romania, ed era in zona con il padre e la zia.

Più tempo per rottamare le cartelle esattoriali
Per le multe stradali, invece, non si devono pagare gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. L'emendamento, se approvato in via definitiva, sposterà il termine della proroga dal 30 novembre al 7 dicembre.

Il bambino ha fatto un volo di diversi metri. I familiari avrebbero già raccontato la loro versione dei fatti fino al momento in cui il loro bambino di cinque anni si sia allontanato cadendo nel pozzo. Il piccolo è stato recuperato e trasferito in ospedale ma quando è arrivato al pronto soccorso era in arresto cardiaco e vani sono stati i tentativi da parte dei medici di salvargli la vita. Un soccorritore nel disperato tentativo di estrarre vivo dal pozzo il bambino si è sentito male a causa delle esalazioni. Alfredino cadde in un pozzo artesiano a Vermicino, vicino a Roma, mentre era in vacanza con la famiglia. Il ragazzino è stato poi trasportato all'obitorio dell'ospedale di Senigallia.

Share