Svezia, Andersson ci crede: "Fiducia nell'arbitro, vogliamo segnare a San Siro"

Share

Il Ct della Svezia replica alle polemiche dell'Italia dopo l'arbitraggio dell'andata: "Tavecchio ha chiamato Infantino?" Sinceramente, gli azzurri mi hanno un po' deluso, ma sappiamo che la qualificazione si decide sui 180'.

C'è spazio anche per una piccola parentesi dedicata alla sua nuova avventura in Bundesliga, diversi sotto molti punti di vista da quella italiana: "All'Amburgo ci sono 50mila spettatori sempre allo stadio. La nostra forza è nel collettivo e il ragazzo lavora con grande impegno". "Comunque ho avuto buone sensazioni dagli allenamenti". "Per me è la chance della carriera, senza dubbio - ha aggiunto -". Noi vogliamo andare al Mondiale, questo è poco ma sicuro. "Ho raggiunto traguardi di livello in Svezia, ma partecipare a un Mondiale sarebbe tutta un'altra storia".

Ostia, aggressione alla troupe della Rai: oggi l'interrogatorio di garanzia a Spada
Gli inquirenti analizzano i video delle telecamere di sorveglianza di zona per individuare e fermare anche il secondo aggressore. Così Roberto Spada ha risposto al gip nel corso dell'interrogatorio di convalida del fermo richiesto dalla procura.

Infine il Ct svedese spiega che gara si attende da parte dell'Italia: "Non ci aspettiamo una squadra subito offensiva, per loro il rischio di prendere un goal è troppo alto". Ma adesso conta solo la gara di domani: l'Italia ha fatto quasi tutti i Mondiali e deve vincere. "In Italia ci sono molti problemi da sistemare". "E' fondamentale non offrire contropiede e occasioni all'Italia", ha aggiunto il difensore ex Genoa. Domanda interessante, anche se la Svezia non è stata assolutamente favorita dall'arbitro. No, non mi sono mai pentito di aver lasciato la A.

Share