Roma, trans uccisa all'Eur: c'è un sospettato

Share

I fatti hanno preso corpo in via Padre Lino da Parma, da dove è arrivata la segnalazione della presenza di una persona riversa in terra priva di sensi da parte di un cittadino straniero Trasportato al nosocomio di via dei Monti Tiburtini già privo di vita i medici del pronto soccorso hanno quindi allertato le forze dell'ordine.

Una transessuale è stata trovata morta questa mattina a Roma, nel parco del Turismo, in zona Eur. Per gli investigatori potrebbe trattarsi dello stesso killer, un 35enne evaso dagli arresti domiciliari nel pomeriggio di giovedì. Da un primo esame il corpo della transessuale presenterebbe una profonda ferita al torace, probabilmente una coltellata al cuore. Al termine degli atti di rito è stato fermato con provvedimento emesso dal pubblico ministero di turno per i reati di evasione, rapina e omicidio e portato a Regina Coeli. Scoperto che non era così avrebbe chiesto indietro i soldi pattuiti per la prestazione sessuale, e ne è nata una lite. Quanto alla seconda vittima, il sospettato avrebbe passato con lui una "notte brava" all'insegna di alcol e droga.

Strage di Nassirya, commemorazione in città a 14 anni dai fatti
Hanno partecipato, inoltre, il Comandante provinciale di Carabinieri , il Colonnello Emanuele De Santis, l'assessore regionale Giovanna Pentenero, il senatore Albert Laniece.

Gli indizi raccolti sulle modalità dei due omicidi sarebbero al vaglio degli inquirenti, entrambi uccisi con una coltellata all'addome.

Share