Domani si celebra la Giornata Mondiale del Diabete

Share

Martedì 14 novembre 2017, alle ore 17.00, alla presenza dell'Assessore alla Sanità, salute e politiche sociali, Luigi Bertschy, dell'Assessore all'istruzione e cultura, Emily Rini, e del vicesindaco del Comune di Aosta, Antonella Marcoz, si svolgerà la cerimonia di illuminazione della Porta Praetoria per lanciare un forte messaggio di sensibilizzazione alla popolazione valdostana nei confronti di questa patologia che sta diventando una vera e propria epidemia a livello globale. L'accesso alle visite è diretto e non richiede prescrizione prenotazione telefonica. Il diabete è associato ad un aumento del 35-44% del rischio di morte e nel 2015 ha causato, in Italia, direttamente o come comorbidità 74.496 decessi. A differenza del diabete di tipo 2, quello di tipo 1 - che in tutta Italia coinvolge 250mila persone, molte delle quali giovanissime - non può essere prevenuto, ma una corretta informazione e conoscenza della patologia, può consentirne la diagnosi precoce e prevenire, così, le conseguenze legate ad una cattiva gestione della stessa.

Nel 2030 si prevede che le persone diagnosticate con diabete saranno 5 milioni. Per questo il diabete è al centro di una Giornata Mondiale, che si celebrerà quest'anno il 12 novembre.

GP Brasile: dominio Hamilton e Mercedes nel venerdì di Interlagos
Hamilton aveva bellicosamente dichiarato di voler vincere le ultime due gare della stagione e non si tratta di millanterie. Nessun tempo per il campione del mondo Lewis Hamilton , uscito di pista con la sua Mercedes nella Q1.

"Il diabete gestazionale ossia valori glicemici elevati durante la gravidanza", - spiega il dottor Giuseppe Fatati, direttore della struttura complessa di Diabetologia, Dietologia e Nutrizione Clinica dell'ospedale di Terni e presidente della Fondazione dell'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica - se non viene diagnosticato e quindi trattato comporta rischi rilevanti sia per la madre sia per il feto e il neonato.

La prevenzione, in questi casi, è molto più importante della cura. "Sono loro che si occupano dei pasti nella maggior parte delle famiglie, loro che possono far cambiare alcune abitudini diffusissime e poco salutari, loro che possono promuovere l'attività fisica di figli e nipoti". Sono centinaia gli eventi organizzati da Associazioni di persone con diabete, Medici, infermieri e organizzazioni come la Croce Rossa, gli Alpini, la Misericordia, etc. Tutti prestano il loro impegno come Volontari.

Share