Biasin, brandelli d'Italia: "Basta boiate da bar, Ventura è un disastro"

Share

Facile, eh? No, no: è che le vie del math-fixing son veramente infinite, lo sanno anche i sassi sebbene continuino a non dirlo, e quindi non-si-sa-e-non-si-saprà-mai, e non val la pena non solo giocarci un euro (quello non val MAI la pena), ma nemmeno giocarsi un grammo di presunta credibilità. "Nessuna sorpresa però, perché questo scenario era chiaro a tutti fin dall'inizio". Il cuore è importante ma non basta, la determinazione da sola non basta. A fine partita ho solo detto che la partita poteva essere gestita in maniera più corretta.

Una notte interminabile ed agitata, fra cattivi pensieri ("Ci hanno provocato per tutta la gara.", ricordano gli azzurri) e voglia di riscatto perché, quella di domani, non deve essere l'ultima Italia per chi ha deciso di lasciare, o è pronto a farlo. In difesa il selezionatore potrà puntare ancora su Bonucci, che giocherà con una mascherina per la frattura al naso, mentre a centrocampo rischia il posto Daniele De Rossi: aumentano le chance di Gagliardini e Jorginho. Noi siamo l'Italia e se ci qualificheremo, lo faremo giocando a calcio. "Ci sono mille possibilità di ribaltare il verdetto di Stoccolma, abbiamo studiato a fondo la partita di venerdì". Noi culliamo questo sogno, sapendo che sarà una gara importante per tutti noi e la nostra storia.

Francesco Totti: "Rimpiango di non aver vinto di più con la Roma"
Un legame che dopo il ritiro non si è interrotto visto che l'ex n.10 è ora un dirigente di Trigoria . Ho cercato sempre di dare qualcosa in più di quello che potessi dare.

Inoltre, l'aspetto forse più deludente della serata è stata la mancanza di personalità/vivacità di uomini fondamentali come Verratti, deludente ieri sera (salterà anche il ritorno in quanto ammonito e diffidato), che doveva essere il faro di questa squadra ma diventa invece un peso insostenibile nell'economia del gioco soprattutto qundo la nazionale va in svantaggio, e della catena di destra azzurra, con Barzagli che terzino di spinta non è, e con Candreva che tocca pochissimi palloni impegnando seriamente Olsen soltanto in un'occasione. Un passaggio del turno sarebbe importante per il movimento calcistico nazionale, innanzi a ciò i discorsi relativi al mio personale futuro non sono importanti. Agli italiani non voglio dire parole, ma dare fatti sul campo. "Dipenderà molto da come noi scenderemo in campo". La Svezia gioca in modo consolidato da venti anni, con lo stesso modulo tattico e caratteristiche.

Share