Ancona. Il corpo trovato a Tolentino è della pittrice Renata Rapposelli

Share

La commessa di una farmacia di Tortoreto - e la sua testimonianza sarebbe considerata attendibile dagli investigatori - racconta di avere visto "Renny", come la chiamavano tutti, nel negozio verso le 17.

Per la certezza assoluta, però, bisognerà aspettare gli esami del Dna che il sostituto procuratore della Repubblica di Macerata, Enrico Riccioni disporrà domani mattina. A coincidere è anche il periodo della morte: stando al medico legale che ha eseguito una prima ispezione cadaverica, il decesso sarebbe avvenuto circa un mese fa, lo stesso periodo della scomparsa. È una donna, e quasi sicuramente si tratta di quello della pittrice di 64 anni residente ad Ancona, di cui non si hanno notizie dal 9 ottobre. Per evitare che, muovendosi al buio sulla scarpata molto ripida e piena di rovi, si potesse compromettere la scena del crimine, il recupero è stato fatto ieri mattina presto dai militari del Nucleo investigativo di Macerata e del Nucleo operativo e radiomobile di Tolentino, con l'aiuto dei vigili del fuoco.

Napoli, 21enne investita dal treno davanti al padre
Era appena scesa da un treno proveniente da Napoli dove si era recata per seguire i corsi all'Università Federico II. La tragedia sotto gli occhi del papà e del fratello che era andati a prenderla per portarla a casa.

E' stato trovato un cadavere nelle campagne del Tolentino, in provincia di Macerata. Tra poche ore si saprà se quegli oggetti appartengono a Renata Rapposelli. I lineamenti del viso non esistono più, poco resta anche dei vestiti, il cadavere è quasi scheletrico, ma gli inquirenti sono sicuri che si tratti della pittrice di 64 anni. La borsa e il cellulare non sono stati recuperati, del resto non è detto che si trovino nella stessa area.

Dalle prime informazioni sembra che attorno al corpo siano stati trovati oggetti appartenenti alla donna scomparsa. Altri riscontri si dovranno fare sull'orologio e altri elementi, scampati alla devastazione fatta dagli agenti atmosferici sui resti della donna. Sul posto è stata rinvenuta una ciocca di capelli di colore chiaro agganciata al cranio. Se dovesse trattarsi proprio di Renata Rapposelli, verranno informati marito e figlio che potrebbero nominare propri consulenti per seguire lo svolgimento dell'esame. Sono stati prelevati campioni di tessuti per l'esame del Dna e altri accertamenti.

Share