Milan - Il terribile momento di Leonardo Bonucci

Share

Sarebbe stato bello vergli alzare gli occhi verso il settore ospiti, verso quel terzo anello, che ha sempre incitato e invogliato a farsi sentire.

Caso Bonucci, parla il suo mental coach: 'Gli serve un bagno d'umiltà'La crisi del Milan passa anche attraverso la crisi di Leonardo Bonucci. "Lui non è nato campione, lo è diventato solo attraverso il lavoro". Alla Juventus era focalizzato su se stesso e non sugli altri, e questo deve tornare a farlo anche al Milan. L'espulsione di ieri secondo me è come dire di chiudere un capitolo, questo primo capitolo che è iniziato con il Milan. Alla foto ha messo 'Mi piace' anche il giocatore dell'Inter Ivan Perisic.

Ma la sua presunzione - pretendere la fascia di capitano ne è l'emblema - lo ha tradito, perché se non ci sarà la colpa è esclusivamente sua e di nessuno strano gioco del destino e siamo certi che il Dio del calcio avrebbe voluto che il dimenticato Bonny incontrasse la sua ex squadra per fargli capire una volta per tutte come era la Juventus a rendere grande lui e non il contrario. "Ora si riparte più forte di prima" - le parole di Ferrarini. Leonardo è una persona dotata di molta intelligenza e sa di aver toccato il fondo: ora ripartirà più forte di prima.

Serie A 2017-18, Benevento-Fiorentina: le formazioni ufficiali della nona giornata
Per quanto riguarda la Fiorentina non ci sono giocatori squalificati ma due infortunati: i centrocampisti Gil Dias e Saponara . Ancora a zero punti, invece, la formazione campana con la panchina di Marco Baroni a rischio in caso di nuova sconfitta.

"Andiamo avanti con il lavoro su Bonucci, tutta la fama avuta al Milan è stata bella ma non ha fatto bene a lui".

Alberto Ferrarini è un mental coach che lavora con e su Bonucci dall'ormai lontano 2008, ed è stato intervistato sull'argomento da Radio 24.

Share