Allarme smog in tutto il Veneto: limiti a traffico e riscaldamento

Share

Allerta inquinamento: eccolo il rovescio della medaglia di ques'autunno che sembra estate. Una cifra che ha surclassato il limite consentito di 50 e spinto l'assessorato all'Ambiente a valutare "una serie di precauzioni" tra le quali "evitare attività fisica e prolungata all'aperto e, in particolare per anziani, bambini e soggetti con patologie cardiorespiratorie, rimanere il più possibile in ambienti chiusi, evitando anche di aprire porte e finestre".

Resteranno quindi in vigore fino a lunedì 23 ottobre (prossimo giorno di controllo Arpae) compreso, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30, le limitazioni della circolazione contro lo smog che già erano state previste da martedì, nell'area urbana della città di Ferrara - delimitata dai cartelli di centro abitato Ferrara - con il divieto di circolazione per i veicoli Diesel di categoria inferiore o uguale a Euro 4, in aggiunta alle limitazioni ordinarie per i veicoli più inquinanti previste dalla vigente ordinanza comunale dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche.

Grande Fratello Vip 2017: Eva Henger difende Raffaello Tonon
Ieri pomeriggio, Tonon , ha parlato ai ragazzi di uno dei periodi della sua vita nel quale ha sofferto di depressione . La mamma di Mercedesz ha attaccato i concorrenti che secondo lei l'avrebbero deriso, accusandoli di non avere cuore.

L'idea è anche di ridurre di un grado della temperatura nelle abitazioni, mossa non difficile - che ha visto l'appello incondizionato da parte dei sindaci a spegnere il riscaldamento - visto che con i 25 gradi del meteo se ne può tranquillamente fare a meno.

In Pianura Padana "c'è bisogno di interventi forti per la riduzione delle polveri sottili". Abbiamo bisogno che tutti i comuni di quella zona li facciano insieme, con la stessa determinazione, perché le polveri sottili non si fermano al confine di un comune. "Ci siamo incamminati in una strada che nel breve periodo potrebbe dare risultati". "Zaia e i suoi - conclude Guarda- mettono solo rattoppi momentanei ma non si assumono mai la responsabilità di intervenire con azioni di contrasto all'inquinamento massicce e costanti nel tempo". In attesa del "Piano per la qualità dell'aria della Regione", il Comune ha deciso di adottare le misure antismog dell'accordo di programma valido per la pianura padana confermando i divieti dell'inverno scorso e aggiungendo un terzo livello che prevede il blocco totale della circolazione dopo 20 sforamenti consecutivi. Nelle Regioni settentrionali, sono in tutto 25 le città che hanno oltrepassato il limite annuale di 35 giorni di superamento delle concentrazioni di polveri sottili.

Share