Cina, al via il Congresso del Partito Comunista

Share

La Cina sta entrando in una "nuova era" di sfide e opportunità.

E' partito oggi il congresso tanto atteso del Partito Comunista, dove il sergretario Xi Jinping ha ottenuto la riconferma dell'incarico centrale e ha subito aperto le danze con un discorso che sa molto di apertura verso occidente. "La Cina si apre sempre di più al mondo", assicura il segretario generale Xi Jinping.

La Cina, ha affermato, deve "affrontare le contraddizioni di uno sviluppo non equilibrato e inadeguato e il crescente bisogno della gente di una vita migliore".

"Le prospettive sono luminose, ma le sfide sono impegnative", ha dichiarato Xi all'inizio del discorso in cui ha delineato le linee guida per i prossimi decenni, e pronunciato alla presenza dei suoi due predecessori, gli ex presidenti e segretari generali, Hu Jintao e Jiang Zemin.

Sarri attacca la Lega: parole dure in conferenza stampa a Manchester
Forse nella testa dei ragazzi c'è il pensiero inconscio di essere più competitivi in Serie A piuttosto che in Champions . Se bastasse cambiare atteggiamento tattico per battere le squadre forti, le squadre forti non sarebbero esistite.

"La Cina diventerà sempre più aperta e le barriere di ingresso agli investimenti stranieri saranno abbassate".

"Porteremo le industrie cinesi a un livello medio-alto della catena di valore globale", ha spiegato, "e incoraggeremo cluster del manifatturiero avanzato di livello mondiale" con l'obiettivo di fare della Cina "un Paese di innovatori per raggiungere nuove frontiere nella scienza e nella tecnologia".

Considerato il leader cinese più potente da Deng Xiaoping o addirittura Mao Zedong, Xi secondo gli analisti potrebbe usare il congresso del partito più grande del mondo, con 89 milioni di iscritti, per prolungare il suo mandato oltre i tradizionali 10 anni.

Share