Rapporto italiani nel mondo "Migrantes" 2017

Share

"A questi si aggiunga il 9,7% di chi ha tra i 50 e i 64 anni - osserva la Fondazione Migrantes - i tanti "disoccupati senza speranza" tristemente noti alle cronache del nostro Paese poiché rimasti senza lavoro in Italia e con enormi difficoltà di riuscire a trovare alternative occupazionali concrete per continuare a mantenere la propria famiglia e il proprio regime di vita".

"C'era un'ansiosa attesa per conoscere i dati del rapporto presentato dalla fondazione Migrantes sui flussi migratori italiani verso l'estero nel 2016".

Come risultato finale, al 1 gennaio 2017 gli italiani residenti fuori dei confini nazionali e iscritti all'Aire (non contando dunque tutti i non-iscritti) sono 4.973.942, ovvero l'8,2% degli oltre 60,5 milioni di residenti in Italia alla stessa data. E nel 2016 ben 124.076 persone sono espatriate, in aumento del 15,4% rispetto al 2015. In seconda posizione le partenze "di famiglia", sia quelle composte dal nucleo familiare ristretto, con i minori oltre il 20% (di cui oltre la metà ha meno di dieci anni), sia quelle "allargate", con i genitori over 65 che fungono da supporto e accompagnamento (5,2%). Il 62,4% è celibe/nubile e il 31,4% coniugato/a. Oltre il 39% di chi ha lasciato l'Italia nell'ultimo anno ha un'età compresa tra i 18 e i 34 anni (oltre 9mila in più rispetto all'anno precedente, +23,3%); un quarto tra i 35 e i 49 anni (quasi +3.500 in un anno, +12,5%). Il primato è quello del Regno Unito, con 24.771 iscritti, seguito dalla Germania (19.178), dalla Svizzera (11.759), dalla Francia (11.108), dal Brasile (6.829) e dagli Stati Uniti (5.939).

Sempre più italiani scelgono di cercare fortuna all'estero.

Carmen Russo e Corinne Clery: come sono state accolte al GF Vip
Le due sono state rivali in amore , entrambe hanno avuto una relazione con Beppe Ercole , famoso arredatore e playboy. Proprio dall'attrice romana premio Oscar per La Grande Bellezza, ha avuto un figlio, Edoardo , nel 1989.

E' la Lombardia la regione da cui si sono registrate le maggiori partenze. Tra le prime 15 destinazioni dell'ultimo anno si registra un aumento di italiani in Irlanda, Spagna, Australia, mentre decrescono quelle in Paesi quali Argentina, Canada, Emirati Arabi e Austria. La "popolazione Aire" è cresciuta, in un anno, di 162.779 unità (+3,3%), negli ultimi tre anni di oltre 337.000 (+7,2%), negli ultimi cinque di oltre 632mila (+14,6%).

PENSIONATI. Sono 380mila le pensioni pagate all'estero, il 2,2 % del totale. A livello provinciale, Roma e' in prima posizione; tra i primi quindici territori solo tre sono del nord (Milano, Torino e Treviso rispettivamente in sesta, nona e decima posizione). Aumentano quelle versate in America centrale e Asia, per effetto dei cittadini stranieri che, dopo aver lavorato in Italia, tornano a trascorrere la vecchiaia in patria.

Un rapporto che mostra un'Italia che cambia e che deve indurci ad alcune riflessioni: "Una comunità che permette alla sua gente di andare, non può mal tollerare coloro che vogliono entrare - ha commentato Mons".

Share