Miniera d'oro nello spazio, l'Italia protagonista della scoperta

Share

Inoltre il momento della nascita è stato anche 'fotografato' con diverse modalità.

A partire da 17 agosto 2017 osservatori e strumenti da ogni luogo della Terra iniziavano a "osservare" in tutti i modi possibili lo svolgersi degli eventi annunciati da quella perturbazione nel tessuto dello spazio-tempo, l'onda gravitazionale, e dal lampo gamma. Giovanni Losurdo, capo progetto di Virgo a Cascina, esprime la sua soddisfazione per il Nobel per la fisica, assegnato a tre scienziati americani ma che ha riconosciuto il lavoro della sua equipe. Il secondo risultato è arrivato quando la fusione delle stelle di neutroni ha generato un rapidissimo lampo di raggi gamma intercettato dal telescopio spaziale Fermi: è stata la conferma che la fusione di stelle di neutroni è una delle misteriose sorgenti di lampi di raggi gamma. Si avvia così l'era dell'astronomia multimessaggero, che estende in modo decisivo il nostro modo di "vedere" e "ascoltare" il cosmo. "L'osservazione ha anche permesso di confrontare la velocità delle onde gravitazionali e della luce nella loro corsa verso la terra, concludendo che sono uguali a meglio di una parte su un milione di miliardi". La rapidissima comunicazione dei dati tra Fermi e Ligo-Virgo ha fatto puntare circa 70 telescopi a Terra e nello spazio sulle stelle di neutroni.

Stelle di neutroni e buchi neri sono entrambi stadi finali dell'esplosione, sotto forma di una supernova, di stelle di grande massa, molto maggiore di quella del Sole, quando hanno esaurito il combustibile che alimenta la fusione nucleare al loro interno. In questo modo gli scienziati di tutto il mondo sono stati messi in allerta, pronti ad osservare quella specifica porzione del cielo da cui proveniva il segnale.

"Non ci eravamo mai spiegati come i metalli pesanti potessero formarsi nell'universo", ha spiegato Paolo D'Avanzo dell'INAF.

Ragazza ferita ritrovata in un parco a Montelupo Fiorentino Breaking news , Cronaca
La vicenda della 17enne trovata in una pozza di sangue in un parco e che lottava fra la vita e la morte è avvolta nel mistero . Gli inquirenti intanto intendono risentire i 5 giovani che hanno passato parte della serata con la vittima dell'aggressione .

Lo scontro, oltre all'emissione di vari tipi di energia, ha prodotto anche numerose particelle, comprese immense quantità di oro, platino, uranio ed altri metalli pesanti. Ma è una miniera irraggiungibile dal nostro pianeta.

Dopo che una tale esplosione ha disperso nello spazio gli strati esterni di una stella, il nucleo rimane, ma non produce più la fusione nucleare.

"Le nuove osservazioni basate sulla luce mostrano che in queste collisioni vengono creati elementi pesanti, come il piombo e l'oro, che vengono così successivamente distribuiti in tutto l'universo" hanno spiegato ancora. "E' come avere simultaneamente l'udito e la vista - aggiunge Coccia - per descrivere i fenomeni cosmici che accadono nel nostro Universo". Con la scienza italiana in prima fila: "L'Agenzia Spaziale Italiana - ha dichiarato ieri il presidente Roberto Battiston - è già impegnata per raggiungere la prossima frontiera: la realizzazione del grande interferometro LISA per la rivelazione delle onde gravitazionali nello spazio, capace di moltiplicare di ordini di grandezza la sensibilità a questo nuovo tipo radiazione".

"Ci sono rare occasioni in cui uno scienziato ha la possibilità di assistere all'inizio di una nuova era", ha commentato Elena Pian, astronoma all'INAF, Italia, e prima autrice di uno degli articoli pubblicati da Nature.

Share