Marnate, ritrovata la ragazza scomparsa nei boschi

Share

Una ragazza di 20 anni, Dafne Di Scipio, nella notte tra sabato e domenica, è misteriosamente scomparsa da una zona boschiva del Comune di Marnate, nel Varesotto, e non è stata ancora ritrovata. Le ricerche della giovane sono iniziate subito, ma finora nessuna traccia di Dafne, intanto nel bosco sono stati trovati a poca distanza da "La sbarra", il cellulare la cui scheda è intestata a Matteo Alessandro Brambilla ma che, come lui stesso ha riferito, è quello usato dalla ragazza, la chiave dell'auto incendiata e un cappellino da baseball, che - sempre secondo il convivente - non era usato né da lui, né da Dafne.

La ventenne è stata trovata lunedì sera a bordo di un'auto fermata dalla Polstrada nell'area di servizio di Castronno, sull'autostrada Milano-Varese. Il 41enne ha tentato di inseguirli, ma sarebbe stato picchiato. Brambilla, ridestatosi dopo il pestaggio, avrebbe sradicato dal terreno un cartello presente nei boschi e con questo avrebbe raggiunto la strada per chiedere aiuto.

La Procura di Busto Arsizio ha aperto un fascicolo contro ignoti per presunto sequestro di persona.

Uomini e Donne, Raffaella Mennoia sul caso Onestini-Sorgè: 'Estraneità alla vicenda'
Inoltre, Federica precisa che non ha mai chiamato Marco per avere delucidazioni, in quanto lo ritiene completamente inaffidabile. La loro storia non è durata molto, anche se sembrava avere le carte in regola per diventare un'importante storia d'amore.

Sin dalle prime risultanze investigative, i Carabinieri hanno accertato come tutti i furti avessero il medesimo modus operandi e fossero, pertanto, riconducibili all'iniziativa illecita di un gruppo di nove persone, ben organizzato, che operava secondo una precisa suddivisione di compiti. Dafne, originaria di Gallarate, sembra sparita nel nulla, "risucchiata" dal bosco in una zona frequentata da spacciatori e tossici. Quella ragazza dovrebbe essere la ventenne. Nel bosco della droga hanno invece lavorato a lungo i vigili del fuoco con l'unità di crisi locale, il nucleo cinofili, e il personale Saf.

Da domenica all'alba le indagini seguono il triangolo Varese, Como e Milano. L'auto di un uomo, per il momento l'unico potenziale testimone, distrutta dalle fiamme.

Share