Catalogna, migliaia in piazza per Cuixart e Sanchez arrestati

Share

Jordi Sanchez ha lanciato un appello alla mobilitazione permanente della società civile ispirata appunto all'unità, al senso civico e alla fiducia nei propri mezzi che finora hanno ispirato la battaglia dei catalani per l'indipendenza. Jordi Cuixart ha evidenziato come la giustiza spagnola ormai non abbia più freni nel reprimere l'onda democratica che si spinge per la repubblica di Catalogna.il presidente di Òmnium Cultural ha rimarcato come l'associazione sia già stata chiusa durante gli anni del franchismo, e ha inviato un messaggio di serenità e fiducia nel processo indipendentista che Òmnium appoggia.

Le accuse si riferiscono ai fatti del 20 e del 21 settembre scorsi, quando la polizia spagnola, su mandato di un giudice, entrò in alcuni edifici governativi catalani a Barcellona per sequestrare tutto il materiale legato al referendum sull'indipendenza della Catalogna dell'1 ottobre, organizzato dal governo catalano ma definito illegale dalla magistratura e dal governo spagnoli: la polizia arrestò poi 14 funzionari catalani.

"Siamo disposti a dialogare con chi vuole dialogare". Dello stesso reato, per non aver impedito lo svolgersi del referendum del 1° ottobre, sebbene lasciati a piede libero sono accusati anche i dirigenti dei Mossos d'Esquadra (la polizia autonoma catalana) Josep Lluis Trapero e Teresa Laplana, a cui è stato sequestrato il passaporto con divieto di uscire dalla Spagna e imposto di recarsi a firmare presso le autorità spagnole ogni quindici giorni. List: https://t.co... - BRUNOCALCHERA: RT @masechi: Catalogna, arrestati i due indipendentisti Sanchez e Cuixart. "Purtroppo ci sono di nuovo prigionieri politici" chiosa il presidente catalano Puidgemont ugualmente in un tweet. "Cercano di imprigionare le idee, ma rendono più forte l'esigenza di libertà" afferma il presidente Carles Puigdemont.

Pippo Inzaghi: "Simone il migliore d'Europa. Milan non meritava di perdere"
Adesso è giusto che si parli di noi”. "Ci siamo parlati e hanno capito che potevano fare di più negli ultimi 16 metri". In mezzo la clamorosa occasione sbagliata da Higuain che, a tu per tu con Stakosha tira sul portiere.

E' quanto riportato dalla catalana TV3, che cita fonti.

Intanto il governo catalano ha deciso di rispondere al secondo ultimatum di Madrid che scade giovedì mantenendo l'offerta di dialogo senza cambiare sostanzialmente i termini della prima risposta ritenuta "non valida" dal governo spagnolo. Concentrazioni spontanee di protesta sono avvenute in diversi comuni della Catalunya.

Le proteste avverranno davanti alle delegazioni locali del governo spagnolo. I costituzionalisti, come viene chiamato l'altro fronte, pensano invece che lo scontro sia una questione soprattutto legale, perché accusano gli indipendentisti di agire contro la legge e in maniera contraria alla Costituzione.

Share