Russia 2018 - Il quadro si delinea: 23 le squadre già qualificate

Share

La vittoria con l'Albania ci ha infatti dato la certezza di partire da favoriti almeno nei sorteggi che ci porteranno ai quattro match che decreteranno le ultime partecipanti europee ai Mondiali. Nel girone E va in Russia la Polonia, l'Inghilterra nel girone F, la Spagna nel girone G, il Belgio nel girone H e l'Islanda nel girone I. Potrà dunque affrontare una tra Svezia, Irlanda, Irlanda del Nord e Grecia, che sono finite in seconda fascia. Da notare la clamorosa eliminazione degli Stati Uniti nel girone nord americano - sotto egida Conmebol - in cui si sono qualificate Messico, Costa Rica e Panama, mentre allo spareggio è andato l'Honduras che ha battuto 3-2 il Messico.

Anche Asia Argento tra le vittime di violenza sessuale di Harvey Weinstein
L'uomo le chiese di fargli un massaggio per poi alzarle la gonna e praticarle forzatamente sesso orale . A complicare le cose c'è il fatto che per qualche tempo Asia e Weinstein si sono anche frequentati.

Le qualificate al Mondiale 2018 sono al momento 23. Con l'avvento di Gomez, Panama ha puntato su un gruppo rinnovato di giocatori, con i senatori a costituire l'ossatura della squadra, ed è arrivata al bronzo nella Gold Cup del 2015, prima di ottenere l'inaspettato e storico pass per i Mondiali. Cambiando continente, Kessie e la Costa d'Avorio si giocheranno primo posto del girone e qualificazione diretta nell'ultima gara del raggruppamento, nella sfida al vertice contro il Marocco. Occhio però al Sudafrica: le due squadre si affronteranno per due volte in pochissimi giorni, e un doppio successo dei Bafana Bafana vorrebbe dire qualificazione per la nazionale che ha ospitato l'edizione 2010 dei Mondiali. Sono 3 i milanisti certi di disputare la manifestazione iridata nell'estate 2018: Biglia con l'Argentina, Zapata con la Colombia e André Silva con il Portogallo. Le ultime due usciranno dagli spareggi intercontinentali (gare di andata e ritorno): Australia-Honduras e Perù-Nuova Zelanda. L'Albiceleste approfitta della sconfitta del Cile contro il Brasile già da marzo certo dei Mondiali e si qualifica direttamente al terzo posto con 28 punti, mentre la Roja viene clamorosamente eliminata, così come il Paraguay, che se avesse vinto contro il Venezuela, visti gli altri risultati, si sarebbe piazzato tra le prime cinque.

Share